Anconitana, la ricetta del presidente Marconi: «Dobbiamo volare molto bassi»

Il numero uno biancorosso si gode il primo posto ritrovato ma predica prudenza: «I campionati non si perdono alla decima giornata e non si vincono a gennaio»

Il presidente dell'Anconitana, Stefano Marconi

La ricetta del presidente? «Volare molto basso». Meglio non montarsi la testa, suggerisce Stefano Marconi, adesso che l’Anconitana ha riconquistato il primo posto solitario, 4 mesi dopo, grazie alla vittoria di Grottammare

«I campionati non si perdono alla decima giornata e non si vincono a gennaio - ha detto il numero uno biancorosso, intervenuto su Radio Tua -. Ne riparliamo ad aprile, io continuo a mantenere equilibrio e fiducia, la stessa che avevo quando le cose non andavano bene. L’ho sempre detto: organico e società hanno tutte le carte in regola per vincere il campionato, ma adesso bisogna dare continuità alla rincorsa. Ho letto recensioni bellissime sulle nostre avversarie, mi piacerebbe che si rendesse onore anche all’Anconitana per i risultati ottenuti e a questi ragazzi che hanno individuato la strada giusta e lottano tutte le domeniche, anche su campi di patate come quello di Grottammare dove, tra l’altro, il gol che abbiamo subito è arrivato in fuorigioco. Fino a poche giornate fa nessuno dava un centesimo di fiducia a questa squadra, a parte noi della società». 

Il mercato ha fatto la differenza: a dicembre sono arrivati 8 giocatori, senza trascurare l’avvicendamento in panchina perché Umberto Marino ha garantito la svolta con 18 punti in 8 partite (alla media di 2,25 a gara). Ma il presidente invita tutti a restare con i piedi per terra. «Quando abbiamo visto che le cose non andavano per il verso giusto, siamo intervenuti, ma l’abbiamo sempre detto che avremmo fatto di tutto per portare l’Anconitana in serie D - ha aggiunto Marconi -. Da oggi comincia un campionato nuovo: fino a ieri abbiamo rincorso gli altri, ora dobbiamo essere bravi a non farci raggiungere. Sarà una bella volata con Castelfidardo, Fossombrone e Atletico Gallo. Il Porto d’Ascoli è in difficoltà, ha cambiato allenatore (esonerato Izzotti, ndr), ma non mi fido, mentre le altre le vedo un po’ troppo indietro, inclusa la Vigor Senigallia». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Il Coronavirus si propaga nelle Marche, quasi 100 persone in isolamento in tutte le province

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

Torna su
AnconaToday è in caricamento