menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Lelli, allenatore dell'Anconitana

Marco Lelli, allenatore dell'Anconitana

Debutto da dimenticare per l'Anconitana, Lelli durissimo: «Prestazione fallimentare»

Il tecnico non usa mezzi termini: «Leziosi e presuntuosi, serve un atteggiamento diverso: abbiamo sbagliato tutto». Il capitano Falconieri: «Calma, il campionato è lungo»

MARINA DI MONTEMARCIANO - «E’ stata una gara fallimentare». Non usa mezzi termini Marco Lelli per spiegare la sconfitta dell’Anconitana, battuta all’esordio in campionato dal Marina. «Non ci siamo assolutamente adeguati a quello che chiedeva la gara: servivano sacrificio, volontà, umiltà. E’ mancato tutto - commenta il tecnico biancorosso -. Cosa mi ha deluso? L’atteggiamento: quando si entra in campo, specie su un terreno come questo, ci si rimbocca le maniche e si dà tutto. Gli altri si buttavano in due-tre su ogni pallone, noi ci arrivavamo sempre dopo. Siamo stati troppo leziosi e presuntuosi, convinti di essere superiori all’avversario. Alla squadra, dopo la partita, non ho detto niente: ci rivedremo alla ripresa e cercheremo insieme una spiegazione a una prestazione del genere, ma già la conosco».

Va detto che l’Anconitana, per le occasioni create (due pali, tra l’altro) non avrebbe meritato la sconfitta. «Ma le opportunità che abbiamo avuto non compensano il mio stato d’animo e la prestazione - replica Lelli -. Anzi, faccio mea culpa per come ho mandato in campo la squadra: non puoi snobbare l’avversario e se la pensiamo così, le perdiamo tutte». Per quello che si è visto col Marina, è indispensabile rafforzare la squadra: dal mercato ci si aspetta almeno 3 innesti importanti. «Tutti gli allenatori cercano sempre qualcosa in più, la società sa di cosa c’è bisogno, speriamo che le trattative vadano a buon fine», chiude Lelli. 

Delusione anche nelle parole del nuovo capitano biancorosso, Vito Falconieri. «Sapevamo che sarebbe stata una guerra e così è stato - spiega l’attaccante -. Nel primo tempo è mancato la giusta cattiveria, ma nel secondo, con gli avversari in 10, abbiamo avuto più spazi e creato tante occasioni, tra cui due pali e due gol salvati sulla linea. Siamo stati sfortunati, bisogna lavorare tanto: la sconfitta fa male, ma il campionato è appena iniziato».

Anconitana, esordio da dimenticare: battuta dal Marina 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuole chiuse in tutta la città: il sindaco firma l'ordinanza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento