Anconitana troppo brutta per essere vera, Ciampelli: «La sconfitta deve farci molto male»

Il tecnico biancorosso dopo il k.o. di Fabriano: «Peggio dei primi 45 minuti non potevamo fare: abbiamo sbagliato completamente l'approccio alla partita»

L'Anconitana è uscita a testa bassa da Fabriano

Un’Anconitana più brutta di così era difficile da vedere. Cos’è successo a Fabriano, dove la squadra costruita per ammazzare il campionato ha rimediato la prima, ineccepibile sconfitta che già la relega a -3 dalla capolista Porto d’Ascoli (e domenica c’è lo scontro diretto al Del Conero...) ha provato a spiegarlo Davide Ciampelli, a caldo, dopo la batosta decisa da un rigore del 39enne Cavaliere causato da un fallo di Micucci. «Peggio dei primi 45 minuti non potevamo fare, ma la responsabilità totale è di chi allena - ha esordito il tecnico biancorosso all’Aghetoni -. Siamo scesi in campo con l’approccio sbagliato, e dire che l’avevamo preparata bene e a lungo questa partita che nascondeva molte insidie. Non è questione di reparti o aspetti tecnici: se non ha il giusto atteggiamento, succede che resti in balia degli avversari per 50 minuti e quando provi a riprenderla è complicato. Nella ripresa abbiamo tentato un assalto confuso, di occasioni per pareggiare ne abbiamo avute, ma non sarebbe stato giusto portare via punti perché il Fabriano ha messo più cattiveria e voglia di fare risultato». 

Dopo 4 giornate, nelle quali l’Anconitana ha raccolto solo 7 punti, è già il momento delle riflessioni. La società ieri non si è presentata per niente in sala stampa e certo non ha preso bene un k.o. maturato nel modo peggiore, senza mordente, senz’anima. «E’ una sconfitta che fa male, ma questa deve fare malissimo, a me, allo staff, ai giocatori - ha detto Ciampelli -. La società giustamente si aspetta di più e dobbiamo invertire la rotta. Purtroppo questa squadra se non trova il modo di sbloccare subito le partite comincia a perdere le distanze e a commettere errori». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ presto per lasciarsi andare a giudizi tranchant dopo 4 partite, ma è doveroso evidenziare le difficoltà di una squadra che fatica a trovare la via del gol senza l’invenzione personale: male Mansour, Giambuzzi sembra un corpo estraneo, Ambrosini è ancora fermo al palo e Zaldua non incide. Di sicuro la società interverrà sul mercato, nella finestra invernale: c’è bisogno almeno di un attaccante di peso da affiancare ad Ambrosini, ma anche di un centrocampista con un passo diverso, visto che la regia dell’argentino Bruna, per ora, è stata carente e non si riescono a sfruttare gli inserimento delle mezze ali nel 4-3-3.   «Ma il mio giudizio complessivo sul collettivo non cambia - ha replicato Ciampelli -. I giocatori sono in grado di dare molto di più e dobbiamo riflettere sul perché a Fabriano non ci sono riusciti». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, malore mentre si trova in acqua: muore un 69enne

  • Addio Tiziana, sconfitta da un male spietato: una vita dedicata al suo ristorante

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Ladri scatenati, scappano con oro e Rolex: i residenti scendono in strada armati

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento