Sport

Mastronunzio non ha pietà, il derby è dell’Anconitana

Il derby è biancorosso. Al Del Conero i ragazzi di Nocera superano l’Osimana per 2-1 con il match ribaltato dai gol della vipera.

L’ha spuntata ancora lei, la signora biancorossa che guarda tutti dall’alto della classifica. L’Anconitana batte l’Osimana per 2-1 nel derby bissando il successo dell’andata al Diana anche se le premesse a metà partita erano diverse. Se al Diana fu decisivo il contestato gol di Paolino Mercurio in zona Cesarini, stavolta l’uomo derby si chiama Salvatore Mastronunzio. Due gol, match ribaltato all’85’ e tutti a casa. 

Il match

Il match inizia sotto gli occhi di una tribuna gremita e colorata anche dai piccoli allievi delle scuole calcio della provincia anconetana. Pronti-via e la fase di studio finisce già al 7’ con Cerbone che gela il Del Conero sfruttando un’indecisione del pacchetto difensivo dorico e insaccando di testa un cross dalla sinistra. Al gol segue il pressing degli ospiti e una manovra poco lucida degli anconetani che si fanno vedere in area avversaria poche volte con Ruibal (bella ma sterile la mezza rovesciata al 23’). Spiragli di luce nel finale del primo tempo con il tiro al volo di Mastronunzio spedito in fallo laterale da Pesce. Si va negli spogliatoi con l’Osimana in vantaggio. Alla ripresa Ferri spaventa subito Lori sbagliando un tiro di sinistro sotto porta. Al 60’ ci pensa Mastronunzio a riportare la situazione in parità sfruttando di testa il cross di Jachetta. Al 75’ succede di tutto: Ruibal cerca di sfruttare un rigore in movimento dopo l’assist di Jachetta, Pesce si oppone d’istinto ma dopo la ribattuta Venturim viene trattenuto e cade a terra. L’arbitro non concede il rigore e incassa le proteste dei supporters dorici. All’82 Bartoloni rileva Marengo, Nocera si affida a un modulo molto offensivo e all’85 arriva il raddoppio di Mastronunzio che spedisce di testa la palla sotto la traversa sfruttando al meglio un cross di Venturim. Tribuna in piedi per accompagnare i dorici nei minuti finali del match, ma non ci sono più sorprese. Vince

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mastronunzio non ha pietà, il derby è dell’Anconitana

AnconaToday è in caricamento