menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il capitano Salvatore Mastronunzio

il capitano Salvatore Mastronunzio

Anconitana, Mastronunzio c'è: «Ci tenevo, voglio far parte della rinascita dei dorici»

Le prime parole della Vipera dopo il rinnovo di un anno del legame con i biancorossi: «Promozione o Eccellenza, non importa. Dobbiamo farci trovare pronti a qualsiasi situazione»

Promozione o Eccellenza, non importa. Ci prepareremo al meglio per affrontare qualsiasi campionato ci sarà assegnato. È un Salvatore Mastronunzio carico a pallettoni quello fresco di rinnovo per un altro anno con l'Anconitana del patron Stefano Marconi. Firma arrivata subito a fugare le preoccupazioni dei tifosi rispetto al futuro della Vipera. «Abbiamo aspettato un po' perché la società era impegnata con il discorso allenatore – dice – Lelli? Sono molto legato a lui e continuerò a sentirlo perché il rapporto di amicizia e stima va oltre il campo. Mi dispiace che le strade si siano divise, sarebbe ipocrita dire il contrario, ma anche questo fa parte del calcio: rientra nelle scelte che fa una società.  Si parte dal nuovo allenatore. Quel Francesco Nocera che come Mastro ha scritto la storia dei dorici. 

All'anagrafe corrono 11 anni tra i due. Le storie, separate in passato, oggi si incontrano per procedere parallele. Nocera arrivò ad Ancona nel 1996 in C1 e rimase fino al campionato di Serie B 2001/2002. La Vipera invece fece il suo esordio nel 2007. Anche lui in C1. Anche lui, come il mister, protagonista di un altro salto in Serie B. «Mister Nocera – aggiunge - avrò modo di conoscerlo sul campo. Penso alla Civitanovese che ho visto sul campo contro di noi: una squadra importante con la sua impronta, ci fa ben sperare". Un simbolo della rinascita dorica. A 39 anni Mastronunzio è ad appena 11 sigilli dal traguardo dei 100 gol in biancorosso. Già nella Storia, la vuole consolidare. «Speravo nella riconferma per far parte di questo progetto – aggiunge – Il campionato? Per me al momento è Promozione perché il campo ha detto questo. Poi è ovvio che se sarà Eccellenza la affronteremo al meglio. Dobbiamo essere sempre pronti». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento