Rivoluzione Anconitana, via Zaldua e Bordi ma ecco Liccardi: «Finalmente qua»

Il bomber napoletano è pronto ad esordire contro il Servigliano. In uscita, l'attaccante argentino raggiunge Bruna al Chiesanuova. Ai saluti pure il difensore

Liccardi con i presidenti Stefano e Andrea Marconi

Continua il repulisti dell’Anconitana. Anche Ezequiel Zaldua e William Bordi hanno lasciato il gruppo biancorosso. L’attaccante argentino, un solo gol quest’anno in Eccellenza dopo i 20 della scorsa stagione, è passato al Chiesanuova in Promozione, a cui già era stato ceduto il regista Nicolas Bruna. Al difensore Bordi, invece, è stata concessa la lista di svincolo. Salgono dunque a 5 le partenze, dopo quelle di Borghetti (Civitanovese) e Bartoloni (Marzocca). 

Nel frattempo, però, la società è molto attiva anche in entrata. E’ arrivato il bomber atteso da mister Umberto Marino: è Vincenzo Liccardi, trentenne ex Scafatese, pronto all’esordio già domenica nella trasferta col Servigliano Lorese. «Sono arrivato ad Ancona, finalmente, ed è l’unica cosa che conta - ha detto ai microfoni di Radio Tua -. Questa trattativa è stata un parto e se è andata a buon fine il merito è dell’Anconitana che mi ha voluto a tutti i costi, come anch’io ero determinato a venire qua. Trovare una piazza del genere tra i dilettanti è una fortuna ed è un onore vestire questa maglia. Raggiunto il primo obiettivo, ora ce n’è un altro: la promozione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il “Toro” napoletano è pronto alla nuova avventura, dall’alto dei 141 gol segnati in quasi 300 partite in carriera tra i campi della D e dell’Eccellenza, sempre in Campania. «E’ la prima volta che esco dalla mia regione, sarà un’esperienza importante per me - ha aggiunto -. Ho giocato con Nocerina, Turris, Savoia, Giugliano, Ercolano, Ebolitana con cui ho vinto il campionato (segnando 27 reti nel 2016/17 in Eccellenza, ndr), tutte piazze calde. Mi piacciono le città in cui si tocca con mano l’affetto dei tifosi, ho scelto Ancona anche per questo». Già domenica Liccardi andrà a rafforzare il tridente offensivo con Alex Ambrosini e con Eddy Mansour, che conosce bene per averlo affrontato da avversario nei campionati dilettantistici campani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento