menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Lelli con il presidente Marconi e il vicepresidente Egidi

Marco Lelli con il presidente Marconi e il vicepresidente Egidi

Il Coronavirus ferma l'Anconitana, slitta il debutto di Lelli: «La mia una scelta di cuore»

Dopo l'ordinanza del governatore Ceriscioli, rinviata la partita contro il Montefano di Mastronunzio. Annullata anche la festa per i 115 anni del club dorico

L’allarme per il Coronavirus ferma lo sport marchigiano e anche l’Anconitana, dopo l’ordinanza con cui il governatore regionale Luca Ceriscioli ha sospeso tutte le manifestazioni pubbliche, di qualsiasi natura, fino al 4 marzo.

Dunque, slitta l’esordio di Marco Lelli sulla panchina biancorossa, che doveva coincidere proprio con la sfida contro il suo ex allievo, Salvatore Mastronunzio, bomber del Montefano. Il match, originariamente in programma domenica prossima a Macerata, non si disputerà. Ora si attende la decisione della Federazione sulla riformulazione del calendario. Ma intanto Lelli, subentrato a Umberto Marino, secondo allenatore esonerato dalla società biancorossa in questo tribolato campionato, ha svolto il suo primo allenamento: per il tecnico anconetano si tratta del terzo ritorno, dopo la trionfale stagione 2010/11 in Eccellenza e quella di due anni fa in Prima Categoria. Obiettivo: centrare la terza promozione alla guida dei dorici.

«Ho fatto una scelta di cuore, non di testa - ha spiegato Lelli in sede di presentazione -. Chi mi ha preceduto ha fatto bene, ora però dovrò restituire serenità ai giocatori per farli rendere al meglio. Sì, sono emozionato, ma adesso c’è solo da pensare alle sorti dell’Anconitana: spero di ottenere il massimo e raggiungere l’obiettivo. Ogni partita sarà una finale, anche quelle con squadre di bassa classifica che non regaleranno niente, anzi. Ai ragazzi ho chiesto intraprendenza e coraggio». Resta da capire contro chi debutterà Lelli, l’8 marzo: il Valdichienti in casa o il Montefano di Mastronunzio a Macerata? «Se dovessi incontrare subito Salvatore, sarebbe davvero strano: è un fratello e un amico». 

E a causa dell'emergenza sanitaria è stata annullata, in via cautelativa, anche la festa per i 115 anni di storia dell'Anconitana: l'evento era previsto per venerdì 6 marzo alla Mole Vanvitelliana ed è stato rinviato a data da destinarsi, «vista l'incertezza sull'eventuale proroga dell'ordinanza del presidente regionale Luca Ceriscioli», scrive il club in un comunicato. 

Altri 2 tamponi positivi, nelle Marche i casi di Coronavirsu salgono a 3

Precauzioni sì, ma paura no: la vita degli anconetani a Milano al tempo del Coronavirus

Il caso del marchigiano in viaggio con il ristoratore di Rimini 

Chiese svuotate, abolito il segno della pace

Il Coronavirus ferma l'Anconitana 

Scontro tra Premier Conte e gorerno regionale marchigiano

Positivo al test per Coronavirus, primo caso nelle Marche

Ceriscioli firma l'ordinanza e blinda le Marche

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento