Anconitana rinata con i gol di Ambrosini: «Siamo cresciuti, vogliamo il primo posto»

Otto reti in 6 partite per l'attaccante biancorosso, un'esplosione coincisa con l'arrivo di Marino in panchina: «Qualcosa è cambiato nella testa»

Alex Ambrosini, 9 reti in campionato con l'Anconitana

Qualcosa è cambiato, nella testa e non certo nei piedi perché le sue doti tecniche sono indiscutibili. Determinante è stato l’arrivo in panchina di Umberto Marino: con il nuovo allenatore, Alex Ambrosini è rinato. Lo dicono i numeri: 8 gol in 6 partite, fanno 12 considerando i 3 di Coppa.

L’attaccante di Fano è andato a segno anche contro l’Urbania, firmando la rete del 2-0 che ha consentito all’Anconitana di dimezzare il distacco dalla vetta della classifica, ora a 3 punti. Campionato riaperto, insomma. «Il nuovo mister ci ha messo del suo con idee chiare ed efficaci - conferma Ambrosini -. Un salto di qualità c’è stato, nella testa di tutti noi è scattato qualcosa perché siamo cresciuti come squadra nel momento più difficile. Nel mio caso, con l’arrivo di Marino e di giocatori importanti con determinate caratteristiche, mi sono trovato più a mio agio. Con questo modo di giocare riesco ad arrivare più spesso al tiro ed è normale aver segnato di più. Con Liccardi - aggiunge il bomber biancorosso - ho un’ottima intesa, appena è arrivato mi ha suggerito di stare tranquillo perché ci avrebbe pensato lui a farmi segnare. Aveva ragione: si sta sacrificando per la squadra, fa un gran lavoro “sporco”. Ora dobbiamo continuare su questa strada. Crediamo al primo posto, ci credevamo anche dopo la batosta presa dal Marina. Ma non dobbiamo più fare passi falsi». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il calendario serve un assist all’Anconitana che nelle prossime partite affronterà avversari di medio-bassa classifica, a cominciare dalla trasferta di domenica a Fabriano (ore 14,30) contro il SassoferratoGenga, ultimo con appena 10 punti. «E’ un’occasione da sfruttare, ma attenzione a non sottovalutare il prossimo impegno - avverte Ambrosini -. Non sarà una trasferta facile perché tutti, contro l’Anconitana, daranno sempre il massimo».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento