Rugby, esordio amaro per il Cus Ancona: Gubbio vince 14-0

Parte quindi in salita la prima stagione in serie C1 per i dorici, che si arrendono in casa al Rugby Gubbio. Ecco come è andata

Cus Ancona - Rugby Gubbio

Esordio con l'amaro in bocca per il CUS Ancona che in casa concede troppo agli avversari che vincono 14-0 segnando una meta e centrando tre calci di punizione. Parte quindi in salita la prima stagione in serie C1 per i dorici. 

CRONACA. Dopo le prime fasi di studio sono gli ospiti a sbloccare il risultato, al 10' minuto approfittando di un errore in rimessa laterale dei padroni di casa trovano la meta, non entra la trasformazione 0-5. Al 20' sono ancora gli ospiti a muovere il tabellone, arriva una punizione da buona posizione e non sbaglia il calciatore, 0-8. Al 25' sono i Cussini ad avere la possibilità di accorciare il risultato sempre con un calcio di punizione, ma da posizione non facile non centra il bersaglio il calciatore. Il primo tempo finisce con continui cambi di fronte ma nessuna delle due squadre riesce ad avere la meglio sull'altra. Il secondo tempo riprende come era finito il primo, ma i padroni di casa concedono altre due punizioni agli ospiti che chiudono la partita 0-14.

«Siamo scesi in campo senza la giusta concentrazione e abbiamo concesso troppi calci di punizione ai nostri avversari" commenta a caldo Mr Stacchiotti che inizia il suo terzo anno alla guida dei cussini,  aggiunge "siamo a inizio stagione e ci sono ancora diverse cose da sistemare, è normale, ma dobbiamo sbrigarci a metterci al passo con le altre squadre.»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento