Domenica, 17 Ottobre 2021
Sport

Crac Ancona, Miani fa retromarcia: «Ci sono ancora speranze»

L'amministratore delegato fa retromarcia ad appena 24h dal comunicato che ufficializzava la rinuncia all'iscrizione in Serie D. Queste le sue parole

«Ho in mano 400mila euro di sponsor e crediti per 300mila. Ci sono ancora speranze». Un colpo di coda quello tentato oggi pomeriggio da David Miani, intervenuto radiofonicamente a Radio Tua. Una trama che diventa sempre più incomprensibile, a sole 24h dal comunicato che sanciva la morte sportiva della società biancorossa. L'amministratore delegato dell'Ancona ha di nuovo cambiato le carte in tavola, parlando di nuove disponibilità economiche, che potrebbero rimettere in corsa la società per l'iscrizione alla prossima Serie D.

E allora perchè il comunicato di ieri? Secondo Miani era importante mettere a conoscenza la reale situazione dell'Ancona:  «L'iscrizione è lo spartiacque - commenta - il bilancio va riequilibrato ma non è disastroso. Abbiamo risorse che non sono di poco conto. Lunedì avrei già potuto presentare i nuovi soci, ma in una situazione del genere non ho potuto chiedere loro di esporsi. Abbiamo 400mila euro di sponsorizzazioni e 200mila dalla Lega, tanti soldi per una società di Serie D. Perchè dovrei abbandonarli?»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Ancona, Miani fa retromarcia: «Ci sono ancora speranze»

AnconaToday è in caricamento