Giovedì, 17 Giugno 2021
Sport

L'Ancona 1905 premia Simone Barontini, promessa dell'atletica dorica

L'intervista a Simone Barontini della S.E.F. Stamura Ancona. Domenica scorsa, il mezzofondista anconetano è stato premiato dallo staff dell'Ancona 1905 e Sosteniamolancona durante l'intervallo della partita Ancona-Pisa

Simone Barontini

Simone Barontini della S.E.F. Stamura Ancona, classe 1999, il mezzofondista anconetano premiato domenica 31 gennaio u.s. durante l'intervallo della partita Ancona-Pisa nell'ambito dei riconoscimenti consegnati agli atleti anconetani che si sono distinti a livello Nazionale ed Internazionale, a cura di U.S. Ancona 1905, Sosteniamolancona e Fondazione Unione Anconitana, ecco le sue impressioni:

Complimenti per i tuoi risultati sportivi. Sei stato premiato per questo e per essere un figlio di Ancona. Che effetto ti ha fatto ricevere un premio allo stadio?

Sono stato molto felice, non capita tutti i giorni di ricevere un premio davanti ad una cornice di pubblico così grande. Ho fatto molte gare dove c'erano molte persone a vedere ma in uno stadio sono molte di più e con una visibilità diversa. Ovviamente non erano lì per me, ma in quei minuti si sono concentrati su di me ed un pò di emozione c'è stata.

Praticando un sport come l'Atletica che, purtroppo, ha la sua massima visibilità ogni 4 anni durante le Olimpiadi, ti aspettavi un riconoscimento come questo, fuori dal tuo ambito? Da una squadra di calcio professionistico come l'Ancona?

Sicuramente non avrei mai immaginato di ricevere un premio dalla squadra della mia città. Il calcio mi piace e lo seguo quando posso.  È stata una grande sorpresa. Bello davvero.

Come ti sei avvicinato all'Atletica?

Bè, me ne parlava sempre la mia professoressa e poi con mia madre abbiamo deciso di provare, anche per il fatto di farci fare lo stesso sport a me e mia sorella. Devo dire che, dopo aver provato varie discipline, ho trovato la mia dimensione ed i risultati con l'Atletica.

Ringraziamenti particolari da fare?

Si certo. Prima di tutto al mio allenatore, alla mia società e alla mia famiglia. E poi, ovviamente, all' U.S. Ancona 1905,  all'Associazione Sosteniamolancona e alla Fondazione Unione Anconitana per questo riconoscimento. 

Visto che segui il calcio, pensi che tornerai allo stadio a vedere l'Ancona?

Certamente. Durante i weekend di solito approfitto per allenarmi più intensamente, visti i miei impegni scolastici. Ero stato solo una volta allo stadio ma ieri mi sono divertito. Una bella partita, bei goal e poi ho portato fortuna credo, no? Quando potrò verrò sicuramente per passare un'altra bella giornata.

Prossimi impegni con l'Atletica?

Il 14 febbraio i Campionati Italiani Indoor, quelli che ho vinto l'anno passato e dove sono diventato primatista nazionale. Spero di ripetermi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ancona 1905 premia Simone Barontini, promessa dell'atletica dorica

AnconaToday è in caricamento