Sport

Ancona 1905, parla Lorenzo Paoli: «Ritrovare l'umiltà per vincere»

Dopo le due giornate di squalifica e la panchina domenica scorsa contro il Siena ora il centrocampista pesarese ha voglia di riscatto e di mettersi in gioco sul rettangolo verde. La sua intervista

Lorenzo Paoli

ANCONA - Lorenzo Paoli, classe 1988, uno fra i senatori dell’Ancona, sprizza energia e voglia di giocare da tutti i pori. Dopo le due giornate di squalifica e la panchina domenica scorsa contro il Siena ora il centrocampista pesarese ha voglia di riscatto e di mettersi in gioco sul rettangolo verde.

Sei stato il giocatore più impiegato nella prima parte di stagione, poi l’espulsione di Ferrara ti ha costretto a un mese di stop… Come hai vissuto questo periodo fuori dal campo?

Fino a Ferrara ero contentissimo poi c’è stata l’espulsione. Il mio è stato uno stop forzato ed è stata dura soffrire dalla tribuna, soprattutto perché non si può scaricare la carica agonistica che si accumula in allenamento.
Ti ha pesato la panchina di domenica?

Quella è stata una scelta del mister e credo che, come tale, vada rispettata. Sicuramente per me è uno stimolo a lavorare di più e a fare sempre meglio.
Dopo la sconfitta di domenica quali sono le mosse da giocare? Che partita vi attende a Teramo?

Domenica scorsa abbiamo affrontato una squadra aggressiva. A Teramo dobbiamo ritrovare la giusta umiltà, lo spirito combattivo che avevamo nella prima parte della stagione ma, soprattutto, occorrre seguire le direttive del mister per vincere e restare agganciati alle squadre di vertice.
Che atteggiamento hai notato nella squadra in questa settimana?

C’è molta voglia di rivalsa e desiderio di fare punti. Andiamo ad affrontare un avversario difficile come il Teramo. Dobbiamo giocare con la giusta intensità e con tantissima voglia di farcela ma credo che ci siano tutti i presupposti per fare un’ottima partita.
Ti disturbano le voci di mercato che si susseguono in questi giorni?

Sinceramente non presto molta attenzione alle voci di mercato. Trovo giusto che la società lavori ai suoi obbiettivi e speriamo che arrivino ottimi elementi a migliorare la rosa. Noi giocatori dobbiamo avere tanta voglia di lavorare e di andare avanti a testa bassa senza pensare a chi arriva e a chi va via. Prima pensiamo all’Ancona.
Le dirette concorrenti hanno effettuato acquisti importanti secondo te?

Al momneto Pisa e Teramo si stanno rinforzando ma ancora le rose che non si sono ben delineate. Credo che questo sia un periodo importante per chi vuol fare salto di qualità.
Inizia il girone di ritorno: quali obiettivi volete centrare?

Credo che l’obiettivo principale sia arrivare a quota 40 punti. Poi la nostra è una squadra sbarazzina che vuole divertirsi e far divertire, perciò non mi dispiacerebbe fare qualcosina in più.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona 1905, parla Lorenzo Paoli: «Ritrovare l'umiltà per vincere»

AnconaToday è in caricamento