rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Altro

Tommaso Marini, fioretto d'argento agli Europei di Antalya

Nei campionati continentali in corso di svolgimento in Turchia, il fiorettista dorico si arrende in finale all'altro azzurro Daniele Garozzo (vice campione olimpico in carica) dopo aver inanellato dieci vittorie in altrettanti assalti

Sventola anche la bandiera marchigiana sul podio tricolore di Antalya, sede dei Campionati Europei di Scherma. La impugna Tommaso Marini, ventiduenne fiorettista anconetano del gruppo sportivo delle Fiamme Oro, che dopo un’entusiasmante galoppata si è arreso in finale al pluridecorato connazionale Daniele Garozzo (già campione olimpico a Rio de Janeiro nel 2016 nonché argento a Tokyo dodici mesi fa). Il secondo posto in Turchia conferma la costante ascesa di Marini, che nel corso della Coppa del Mondo in corso di svolgimento ha già centrato due successi, a Belgrado e ad Incheon in Corea del Sud, ed è attualmente al nono posto nel ranking mondiale.

Impeccabile il cammino di avvicinamento al tabellone ad eliminazione diretta, con il dorico che ha concluso la Pool 4 con uno strepitoso percorso netto, battendo il tedesco Fabinger, il cipriota Tofalides, il croato Komsic, il ceco Krejcik, l’olandese Jans Kohneke e l’ucraino Yunes, piazzandosi al vertice del “tableau” di diretta come testa di serie numero uno che gli ha permesso di bypassare il primo turno. Sono quindi arrivate le affermazioni per 15-13 contro il danese Stef Van Campenhout, poi 15-11 al polacco Andrej Rzadkowski, il perentorio 15-6 al transalpino Alexandre Sido copiato ed incollato nella semifinale contro l’altro francese Maximilien Chastanet. Nel match per l’oro Garozzo ha fatto valere tutta la sua esperienza, confermando la sua imbattibilità in pedana negli scontri diretti con Marini chiudendo 15-9 la finalissima.

Il podio “Made in Italy” si è completato con Giorgio Avola, salito sul gradino più basso – insieme al francese Chastanet – per effetto della sconfitta in semifinale subita contro Garozzo. Una “tripletta” che fa ben sperare in previsione della gara a squadre, che scatterà domani – martedì 21 giugno – a partire dalle 11,20. E che soprattutto si configura come robusta iniezione di fiducia per la scherma azzurra in previsione dei Mondiali 2022, che si disputeranno a Il Cairo dal 15 al 23 luglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tommaso Marini, fioretto d'argento agli Europei di Antalya

AnconaToday è in caricamento