Sabato, 13 Luglio 2024
Altro

En-plein Barontini: titolo italiano, primato personale e pass iridato

Il mezzofondista anconetano, sulla pista di Molfetta, conquista per la seconda volta l'oro ai Campionati nazionali negli 800, fermando il cronometro sull'1'44"50: tempo che rappresenta la sua miglior prestazione assoluta e lo qualifica per i Mondiali di Budapest

Un guizzo che vale il titolo italiano, ma anche un risconto cronometrico da leccarsi i baffi che permette di guardare al futuro con rinnovato ottimismo. Simone Barontini si mette al collo la medaglia del metallo più prezioso agli Assoluti, laureandosi campione italiano degli 800 metri per la seconda volta, dopo l’exploit del 2019. Gara praticamente immune da imperfezioni quella del mezzofondista anconetano, che sulla pista di Molfetta transita per primo sul traguardo con il tempo di 1’44” 50 che costituisce anche la sesta prestazione nazionale di tutti i tempi.

Il successo di Barontini matura al termine di una gara serrata, condotta nel primo giro da Francesco Pernici (FreeZone), che non è riuscito però a contrastare la rimonta del dorico, coronata dal sorpasso in prossimità dell’ultima curva. La progressione di Simone è risultata irresistibile anche per il veneto Catalin Tecuceanu, che ha provato nel rettilineo finale a dare fondo a tutte le sue energie per sprintare in modo da copiare ed incollare l’epilogo dei recenti Campionati Italiani Indoor, vinti precedendo proprio Barontini. Il tentativo dell’alfiere delle Fiamme Oro è stato però vano: è il mezzofondista anconetano a concludere al primo posto, esultando per il successo e per il tempo realizzato di notevole rilievo.

Il crono di 1’44”50 non costituisce infatti solo il suo “personal best”, ma permette anche di obliterare il biglietto per i prossimi Campionati Mondiali, in programma a Budapest dal 19 al 27 agosto. E conferma anche la crescita dal punto di vista prestazionale di Barontini: sono ben 54 centesimi limati rispetto al suo ultimo miglior rilievo, risalente al meeting internazionale di Rovereto svoltosi undici mesi fa. Una progressione confortante, che induce all’ottimismo in vista dei prossimi impegni che attenderanno il ventiquattrenne atleta dorico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

En-plein Barontini: titolo italiano, primato personale e pass iridato
AnconaToday è in caricamento