rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Altro

Confronto e crescita comune: il progetto "WellDone" archivia la prima tranche di incontri

Famiglie e allenatori del Rugby Falconara hanno partecipato agli incontri con le psicologhe di COOSS Cooperativa Sociale nell’ambito di tale progetto, in cui si è discusso di tematiche quali il ruolo genitoriale, le relazioni e la comunicazione tra adulto e minore, la gestione del gruppo

Un sano confronto e una crescita comune e condivisa. Per i tecnici, i genitori, le giocatrici e i giocatori del Rugby Falconara, ma anche per i professionisti di COOSS Cooperativa Sociale. Nelle scorse settimane il progetto “WellDone – Azioni di welfare territoriale per il benessere della famiglia”, sostenuto da Fondazione Cariverona e di cui COOSS è capofila, ha fatto tappa al club falconarese con tre importanti incontri incentrati sulla gestione del gruppo, sulla relazione e sulla comunicazione. Aspetti questi centrali nel rapporto tra minore e adulto, sia esso una figura genitoriale o un allenatore. Il lavoro, svoltosi sotto l’attenta supervisione delle psicologhe di COOSS Cooperativa Sociale, Alice Maggini e Valentina Fazzi, nell’ambito del percorso di affiancamento “Sport e Relazioni”, ha coinvolto circa una quindicina di famiglie e tecnici, rappresentativi di una ventina di giovani tesserati del minirugby.

Ad emergere è stata soprattutto la maggior conoscenza degli strumenti e delle modalità più opportune per gestire le relazioni e le emozioni in campo, sviluppando l’autoconsapevolezza e la cooperazione tra i vari componenti di un gruppo diversificato per ruoli ed età. «È stato un percorso interessante – dichiara il direttore tecnico del Rugby Falconara Ernesto Ballarini – in linea con gli sviluppi progettuali che il club si prefigge e con i valori fondanti del rugby, come l’accoglienza e l’integrazione su tutti. Dopo un primo prevedibile momento di titubanza, i nostri tecnici, in particolare quelli del settore giovanile e del minirugby, sono stati molto partecipi e interessati ad affrontare i punti del progetto. L’attività è stata molto apprezzata anche dai genitori che hanno partecipato. Ringrazio le due psicologhe Alice e Valentina che hanno saputo ben guidarci in questo percorso e rinnovo loro l’invito a riprogrammare l’attività insieme a noi».

«Il contesto sportivo, dopo la scuola, è il luogo in cui i più giovani trascorrono gran parte del loro tempo – aggiungono le dr.sse Alice Maggini e Valentina Fazzi – e l’attività sportiva gioca un importante ruolo educativo e di crescita per i ragazzi. Avere la possibilità di sviluppare maggiore conoscenza e consapevolezza del proprio corpo permette ai giovani di entrare in contratto con le proprie emozioni e con il mondo sociale e relazionale». «Il lavoro con gli allenatori – concludono le due psicologhe di COOSS – ci ha permesso di rileggere insieme l’attività sportiva come un momento psicologico, affettivo e relazionale oltreché fisico; il contesto giusto in cui la personalità si forma. Gli incontri con le famiglie e con i tecnici hanno reso possibile la costruzione di una cooperazione sinergica indispensabile per la crescita dei ragazzi. La conduzione di questo progetto è stata di grande valore personale e professionale: ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato».

Dichiara la coordinatrice del progetto WellDone Romina Boraso: «La positiva collaborazione tra COOSS e Rugby Falconara ci ha permesso di offrire attività di consulenza, supporto e affiancamento alle famiglie in modo innovativo sul territorio. “Sport e Relazioni” è un esempio reale di alleanza educativa tra il sistema sportivo e il Terzo settore e ha dimostrato come sia essenziale un lavoro di rete che unisce intenti, competenze e risorse. L’obiettivo comune è quello di continuare a sostenere le famiglie e le associazioni nelle sfide quotidiane, promuovendo relazioni, benessere e tempo di qualità».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confronto e crescita comune: il progetto "WellDone" archivia la prima tranche di incontri

AnconaToday è in caricamento