rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Altro

La bandiera paralimpica arriva in Italia: anche la Vezzali ad accoglierla

A Malpensa è arrivata la bandiera verso Milano-Cortina 2026. Presente anche il sottosegretario Valentina Vezzali

È atterrato oggi all’Aeroporto di Milano Malpensa il volo che ha portato in Italia la Bandiera Paralimpica, accompagnata dalla delegazione di Milano Cortina 2026 che ha vissuto i Giochi di Beijing 2022. L’arrivo del vessillo, raffigurante l’emblema Paralimpico con i tre agitos blu, rosso e verde, simboli degli aspetti fondamentali dell’uomo, mente, corpo e spirito, rappresenta un ulteriore passo, dopo l’arrivo della Bandiera Olimpica lo scorso 21 febbraio, nel percorso di  avvicinamento ai prossimi Giochi Invernali Italiani che prenderanno il via tra quattro anni. Sul volo, i rappresentanti delle due future città ospitanti, il vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo e il Sindaco di Cortina d’Ampezzo Gianpietro Ghedina che nel corso della Cerimonia di chiusura del 13 marzo hanno ricevuto la Bandiera Paralimpica dal Sindaco di Pechino, Chen Jinin. Insieme a loro, la delegazione degli atleti Paralimpici italiani, guidata dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, e una rappresentanza della Fondazione Milano Cortina 2026 con il CEO Vincenzo Novari. All’arrivo, ad accogliere la bandiera Paralimpica, anche il Sottosegretario di Stato con delega allo Sport, Valentina Vezzali, il Presidente del CONI e della Fondazione Milano Cortina 2026, Giovanni Malagò e il Sottosegretario della Regione Lombardia con delega allo Sport, Antonio Rossi.

«Siamo felici di riportare questa bandiera in Italia dopo circa 20 anni. E siamo felici di farlo insieme a tutta la Squadra Paralimpica italiana che ha preso parte con successo ai Giochi di Pechino. Questa bandiera racchiude i nostri sogni e le visioni che proveremo a trasformare in realtà, insieme agli amici della Fondazione Milano Cortina 2026, raccogliendo la sfida di realizzare i migliori Giochi di tutti i tempi. Il nostro obiettivo continua ad essere quello di provare a dare un ulteriore impulso alla crescita della famiglia paralimpica italiana e internazionale e cambiare, attraverso lo sport, la cultura del Paese e la percezione della disabilità. È questo il nostro impegno per il prossimo futuro grazie a un percorso che parte oggi - con questa cerimonia - e che sono sicuro ci porterà lontano» E’ quanto dichiara Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico. Il Presidente Giovanni Malagò ha accolto l’arrivo della delegazione italiana dichiarando: «L’arrivo della bandiera Paralimpica completa il processo di investitura di Milano Cortina 2026 quale Comitato Organizzatore dei prossimi Giochi Invernali. Ma oggi ancor di più, questo secondo simbolo, insieme al vessillo Olimpico, rappresenta il messaggio che il mondo dello sport rivolge al mondo intero affinché i valori del rispetto, di integrazione e di lealtà, prevalgano anche nei momenti più bui della nostra storia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bandiera paralimpica arriva in Italia: anche la Vezzali ad accoglierla

AnconaToday è in caricamento