rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Altro

Chiaravalle, vittoria d'oro in Toscana: Prato battuta 26-20

Due punti preziosissimi quyelli ottenuti in Toscana, al termine di un incontro sempre condotto e che ha visto il rientro in campo di Vincenzo Russo dopo un lungo stop

Nella seconda di ritorno di Serie A2, la Pallamano Chiaravalle trionfa 20-26 in Toscana contro la Pallamano Prato. La squadra di Mister Guidotti mette in cassa due punti fondamentali per la salvezza (ora quasi matematica). Cominciano col passo giusto i chiaravallesi che, dopo pochi minuti di gioco, si trovano già a gestire un vantaggio di cinque gol sugli avversari grazie ai vari Castillo, Ceresoli, Solustri, Cognini e ai primi gol stagionali di Vincenzo Russo, capocannoniere biancoblu della scorsa stagione, appena tornato dopo un grave infortunio al ginocchio.

Nonostante il vantaggio di 9-13, al rientro dalla ripresa le cose si complicano: i ragazzi di Coach Guidotti sbagliano molto sotto porta e Prato riesce a colpire in seconda fase, portandosi spesso a una sola rete di distanza. Sul 15-16 due reti di Solustri permettono ai chiaravallesi di respirare e riprendere il proprio gioco, incrementando il margine fino al punteggio di 17-24 (massimo vantaggio della partita). A questo punto si tratta solo di gestire fino al fischio finale che decreta la vittoria dei marchigiani per 20-26.

«Non so se essere contento della prestazione – afferma il presidente del sodalizio biancoblu, Gianluca Maltoni – in quanto eravamo venuti per vincere e abbiamo vinto, ma, viste anche le assenze nella squadra avversaria, pensavamo che sarebbe stata più facile. Abbiamo sbagliato molto davanti al loro portiere e se vogliamo affrontare il girone di ritorno come quello di andata non possiamo permettercelo».

Il rientrante Vincenzo Russo commenta: «Questa partita rappresentava la più classica delle occasioni per rifarsi dopo la dolorosa sconfitta nel derby di settimana scorsa. I nostri avversari hanno venduto cara la pelle e, complici parecchi nostri errori, la vittoria è stata più complicata del previsto. Non posso negare che l’emozione per essere rientrato è stata grande e non posso fare altro che ringraziare la squadra e soprattutto la società che non ha mai smesso di sostenermi in questi mesi di riabilitazione. Non sono ancora al meglio ma settimana dopo settimana cercherò di dare il massimo per dare il mio contributo alla causa».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiaravalle, vittoria d'oro in Toscana: Prato battuta 26-20

AnconaToday è in caricamento