rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Altro

Pallamano Chiaravalle, Natale amaro ma un dolce quarto posto

La formazione chiaravallese cede in casa al San Lazzaro, ma si conferma ai piedi del podio con l'obiettivo di bissare nella seconda parte di stagione quanto di buono fatto vedere nel girone di andata

Boccone amaro quello inghiottito dalla ASD Pallamano Chiaravalle, sconfitta in casa dalla Tecnocem San Lazzaro per 25-31 in un match valevole per la tredicesima giornata del torneo di A2. E dire che era iniziato tutto col piede giusto, con i padroni di casa bravi a portarsi subito sul 3-0 grazie ai gol di Castillo e Lucarini (migliori in campo per i biancoblu). Ma San Lazzaro è capace di riprendersi e riporta il punteggio in parità sul 3-3. La partita procede con un testa a testa serrato fino al gol dell’8-9. Qui gli emiliani, anche grazie a qualche errore di troppo da parte di Chiaravalle, mettono a segno un break di quattro reti consecutive, portandosi sull’8-12. Chiaravalle prova a recuperare ancora con Castillo e Lucarini ma la prima frazione si chiude comunque sull’11-15 per San Lazzaro.

Secondo tempo che inizia ancora nel segno della squadra ospite, che addirittura prende il largo e si porta fino a +7 reti, 11-18. E’ il momento più duro della partita per i locali, i soliti Castillo e Lucarini prendono in mano la squadra, seguono a ruota i gol di Albanesi e Santinelli che, a 15 minuti dal termine, riportano la Pallamano Chiaravalle a tre gol di distanza, 19-22. L’ultimo quarto d’ora è un botta e risposta frenetico, ma la distanza di reti non viene mai colmata. Chiaravalle, costretta a giocare con un uomo in meno dopo un due minuti di protesta, tenta il tutto per tutto e fa uscire il portiere durante le fasi di attacco. Purtroppo questo fa sì che San Lazzaro riesca a infilare due reti a porta vuota, chiudendo di fatto il match che poi finirà con un punteggio di 25-31.

A Chiaravalle va l’onore delle armi e la consapevolezza di essere una squadra che, nata con lo scopo di salvarsi, ora si trova ai piedi del podio di Serie A2, quarto posto condiviso con il Campus Italia. Il presidente Gianluca Maltoni aggiunge: «14 punti e quarto posto erano sicuramente inaspettati a inizio stagione. C’è un po’ di rammarico per qualche punto perso, ma l’obiettivo è provare a ripetere nel girone di ritorno quanto di buono fatto all’andata. Ci sono nove squadre in soli sei punti e tutte possono vincere o perdere. Fare la differenza sta a noi e alla mentalità con cui scendiamo in campo».

Nel weekend è scesa in campo anche la Serie B maschile in casa contro il Chieti. Seppur sconfitta (31-39) la B della Pallamano Chiaravalle ha dimostrato per la prima volta in stagione un buon gioco di squadra, segno di un rapporto di fiducia e intesa costruito tra i giocatori. Nonostante la formazione di Nando Nocelli abbia affrontato l’impegno orfana di molti giocatori, ha comunque dato il massimo in una partita mai in discussione. Menzione di merito va all’ala Francesco Piombetti che, vista l’assenza del portiere Ciociola, ha saputo ricoprire al meglio un ruolo a lui estraneo (e sicuramente molto difficile), dimostrando grande capacità di adattamento e sacrificio per la squadra.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano Chiaravalle, Natale amaro ma un dolce quarto posto

AnconaToday è in caricamento