Altro

Il Campus Italia stoppa Chiaravalle: gli azzurrini si impongono 32-29

Non basta alla squadra di coach Guidotti una prova di carattere: a pesare nel risultato finale gli errori commessi nella prima frazione di gara ed il nervosismo nel secondo tempo

Termina con una sconfitta il quarto match di campionato per la Pallamano Chiaravalle, piegata 29-32 dal Campus Italia, in una partita restata sempre in sostanziale parità è stata molto intensa e con qualche rammarico per i biancoblu nel finale.
A guidare il Campus Italia c’era il CT della nazionale Trillini. Dall’altra parte i beniamini di casa guidati da Mister Guidotti, cheì per la prima volta in questo avvio di stagione recuperano il terzino Alex Castillo, arrivato in estate dopo anni di esperienza in A1. Nei primi 10 minuti di gioco le squadre si sono studiate ed hanno da subito combattuto punto su punto (cosa che costituirà il leit-motiv del match). Sostanzialmente nel primo tempo sarà proprio il debuttante Castillo a tenere alta la bandiera dei biancoblu, rispondendo con forza ad ogni rete che arriva dalla squadra avversaria (13 gol per lui a fine partita). La prima frazione si conclude 13-15 per Campus Italia.

Nel secondo tempo Chiaravalle reagisce con Lucarini e Tanfani, oltre al già citato Castillo, raggiungendo per due volte il pareggio. A 10 minuti dal fischio finale, proprio dopo una rete di Tanfani in contropiede, regala la parità a quota 24. Complice un Ballabio in difficoltà nella porta chiaravallese, Campus Italia mette a segno quattro reti dalla distanza. I padroni di casa recuperano fino al 26-28, ma a seguito di un fallo subito dai chiaravallesi, l’ala destra biancoblu Brutti reagisce nei confronti di De Angelis (autore del fallo) e l’arbitro non può che punire entrambi con i due minuti. Nonostante l’occasione di superiorità numerica sfumata, Chiaravalle tenta il tutto per tutto e gioca fino alla fine per ricucire uno strappo che, senza gli errori di inizio primo tempo ed il nervosismo della fine del secondo, probabilmente non si sarebbe formato. Il fischio finale decreta il 29-32 per la rappresentativa nazionale. Agli sconfitti va tributato l’onore delle armi in quella che sicuramente è stata una grande dimostrazione di carattere per il team di coach Guidotti.

L’MVP di giornata, Alex Castillo, dichiara a fine match: «È stata una partita molto bella e intensa con due squadre vogliose di giocare, di vincere e migliorarsi. Non siamo mai andati avanti ma non abbiamo neanche mollato. Addirittura con 30 secondi rimasti sul cronometro e tre gol sotto abbiamo comunque giocato fino al fischio finale dell’arbitro. Loro sono stati più bravi, ma questo è lo spirito che dobbiamo avere ad ogni giornata di campionato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Campus Italia stoppa Chiaravalle: gli azzurrini si impongono 32-29

AnconaToday è in caricamento