rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Altro

Camerano ride nel derby: Chiaravalle battuta a domicilio 28-23

Nella prima giornata del girone di ritorno, i gialloblu - con in panchina il neo coach Kokuca - bissano il successo dell'andata interrompendo un lungo digiuno di vittorie

L’esordio nella seconda parte di campionato regala due punti preziosi a Camerano, che espugna Chiaravalle col punteggio di 28-23 sottraendo ai padroni di casa, a caccia di punti nell’economia di una serrata volata salvezza, due preziose lunghezze. Alla formazione allenata da coach Guidotti non è bastata una grandissima prova individuale del portiere Ballabio e del solito Castillo (anche oggi miglior marcatore biancoblu) per mettere in scacco i gialloblu i quali, con un gioco coeso, riescono ad aggiudicarsi questo secondo derby per la provincia di Ancona nel torneo cadetto di pallamano.
La partita, come da pronostico, è stata una lunga guerra di trincea. Un primo tempo giocato sempre punto a punto, spesso risolto dalle individualità, come nel gol del 4-3 per Chiaravalle, un meraviglioso contropiede di Castillo che, a tu per tu con il portiere di Camerano Sanchez, decide di metterla dentro con una girella di gran classe, sorprendendo l’avversario. Proprio sulla fine della prima frazione Camerano riesce a mettere a segno allo scadere il gol del 10-12, chiudendo il primo tempo con quel leggero vantaggio psicologico capace di cambiare il vento della partita.

Ed è infatti nel giro di tre minuti nella ripresa che gli ospiti mettono a segno un break di tre reti fondamentale che li porta da 13-16 a 13-19, un margine di sicurezza non impossibile da recuperare ma non in una partita combattuta come questa. Chiaravalle tenta di ricucire lo strappo fino alla fine, anche grazie al rientro in campo a intermittenza di Russo (miglior marcatore della scorsa stagione e fuori da settembre per un infortunio al legamento), ma senza successo. Il match si chiude 23-28 in favore del Camerano.
«Siamo contenti della vittoria su un campo difficile – commenta Filiberto Kokuca, tecnico di Camerano – contro un avversario in salute. Complimenti a tutti i ragazzi per l’impegno, la grinta, la voglia e la determinazione messi in campo per tutti i 60 minuti. Nonostante due assenze importanti per noi, come Daniel Selmani e Simone Giambartolomei oltre allo stesso Cristiano Giambartolomei in panchina, siamo stati bravi e sono contento per la difesa, che ha funzionato molto bene insieme ai portieri. Abbiamo mantenuto la stessa determinazione per l'intero arco della gara ed abbiamo lottato su ogni pallone. Possiamo migliorare ancora tanto, specialmente in attacco, però ci godiamo questa vittoria e dobbiamo proseguire così».

«Il Camerano si è dimostrato più squadra – ammette il vicepresidente del sodalizio chiaravallese, Matteo Alfonsi - e noi invece iniziamo a essere troppo dipendenti dalle giocate dei singoli. Anche i nostri avversari, come noi, si sono presentati con delle assenze importanti, ma hanno comunque fatto un gioco semplice ed efficace. Speriamo di ritrovare il Vincenzo Russo che conosciamo e di cui abbiamo bisogno, ma ci vorrà duro lavoro da parte di tutti per toglierci delle soddisfazioni. E’ solo la prima del girone di ritorno e, fino a maggio, avremo occasione di rifarci».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerano ride nel derby: Chiaravalle battuta a domicilio 28-23

AnconaToday è in caricamento