rotate-mobile
Altro

Pallamano Camerano, Laera ci crede: «Giusto ambire a traguardi importanti»

L'eclettico terzino sinistro, proveniente dal Benevento, parla di un campionato che si prospetta complesso: «Ci saranno subito incontri di livello, perché anche le formazioni teoricamente più deboli si sono rinforzate»

Età giovane, ma tanta esperienza maturata nelle precedenti stagioni, Vincenzo Laera, ventiquattro anni, è uno dei volti nuovi della Pallamano Camerano. Proveniente dalla Pallamano Benevento, due stagioni fa a Noci (con cui ha sfiorato le 150 reti in campionato) è una pedina che va ad accrescere in quantità e qualità la rosa della squadra gialloblù, che si è già sistemata sui blocchi di partenza del prossimo torneo cadetto, nel Girone B.

«Diciamo che il mio arrivo è stato un po’...improvviso – spiega – ma quando sono stato contattato dalla dirigenza di Camerano e mi hanno prospettato il progetto che il club sta portando avanti, ho deciso di accettare, apprezzando anche la loro decisione nella trattativa e la serietà sia della proposta che delle persone che l’hanno presentata. Le prime impressioni sono state buone perché ho visto una squadra giovane, con tanti ragazzi che hanno subito dimostrato grande voglia di impegnarsi e di crescere».

Terzino sinistro, però con licenza di...riciclarsi in altre posizioni in mezzo al campo. Una delle migliori doti di Laera è infatti la duttilità, che deriva da un passato in cui ha ricoperto più ruoli. «Mi mancherebbe il pivot, che non ho mai fatto – dice ridendo – perché da piccolo ho giocato anche in porta. Ma non ne faccio una questione di posizione, mi metto a disposizione per dare il mio contributo a seconda di quelle che saranno le esigenze della squadra».

L’occhio cade sul calendario, e su un esordio che si sta sempre più avvicinando. Si comincia in trasferta sabato pomeriggio a Poggio a Caiano, poi il week-end successivo primo impegno al PalaPrincipi contro la Tecnocem San Lazzaro.
«E’ anche una questione di scaramanzia, ma di solito preferisco partire senza eccessive aspettative – conclude Laera – per poi magari sorprendere e fare meglio di quanto ci si attendeva. Però, qui c’è molta voglia di fare bene, di puntare ad uno dei primi posti perché è giusto ambire a traguardi importanti. Mi aspetto subito incontri di livello, perché anche le formazioni teoricamente più deboli si sono rinforzate per affrontare questo girone pieno di insidie».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano Camerano, Laera ci crede: «Giusto ambire a traguardi importanti»

AnconaToday è in caricamento