rotate-mobile
Altro

Camerano, la maschile corsara a Prato, femminile k.o. contro le Marconi Jumpers

La squadra di coach Capurro continua a veleggiare nelle parti nobili di classifica, disco rosso invece per le ragazze di Campana nel primo impegno previsto dal calendario del torneo cadetto femminile

La Pallamano Camerano non si ferma più ed inanella il quinto risultato utile consecutivo (quattro vittorie ed un pareggio). I ragazzi di coach Fernando Capurro piegano per 28-34 la resistenza di Prato e continuano a veleggiare nelle parti nobili di classifica. Primo tempo in cui gialloblu partono a rilento ed i padroni di casa ne approfittano scappando sull’8-5, poi la Pallamano Camerano ritorna sotto con Giambartolomei e Bilò, non riuscendo ad impattare al riposo lungo, 14-12. Nella ripresa, dopo otto minuti di equilibrio, i ragazzi di coach Capurro cambiano passo e vanno in avanti, grazie anche alle giocate di Covali. I gialloblu toccano il 23-28 con i padroni di casa che non riescono a rimanere in scia e così la Pallamano Camerano si porta a casa i due punti, vincendo 28-34.
«Il primo tempo non siamo andati bene e non sono soddisfatto – commenta coach Capurro – mentre nel secondo tempo siamo cresciuti anche se non siamo stati continui. Sicuramente in settimana dovremo lavorare bene per arrivare preparati al prossimo match visto che avremo di fronte un avversario ostico».

Le ragazze di coach Davide Campana hanno invece esordito nel torneo di A2 femminile, davanti al pubblico amico di Camerano, in un PalaPrincipi vestito a festa. Avversario di turno le Marconi Jumpers che hanno avuto la meglio della Pallamano Camerano per 17-37. La bella cornice di pubblico ha sorretto le giovani gialloblu in questa prima gara di campionato, per questa nuova avventura stagionale. Al di là del risultato finale, con il primo tempo chiuso sull’8-18, coach Davide Campana ha potuto trarre alcune indicazioni utili.
«Nei primi dieci minuti abbiamo accusato una partenza un po' contratta – commenta l’allenatore gialloblu – poi abbiamo iniziato a giocare abbastanza bene, giocandocela alla pari per 20 minuti. Poi nell'ultima parte di gara abbiamo preso tante esclusioni, giocando quindi in inferiorità numerica, e non eravamo pronti a queste situazioni. Il nostro obiettivo rimane quello di fare esperienza e sono convinto che partita dopo partita andrà meglio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerano, la maschile corsara a Prato, femminile k.o. contro le Marconi Jumpers

AnconaToday è in caricamento