rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Altro

Camerano, pallamano a gonfie vele, ma spazi ridotti per gli allenamenti

Coi campionati fermi per la Coppa Italia, il coach Davide Campana analizza il momento delle squadre gialloblù e parla delle strutture: «La pallamano a Camerano inizia ad essere il primo sport, però abbiamo pochi spazi nel palazzetto»

Ritorno in campo previsto per la prossima settimana per i ragazzi della Pallamano Camerano, pronti per la sfida contro il PantareiItalia di Modena dell’11 febbraio. Stavolta in trasferta, sul campo degli avversari dopo la bella affermazione casalinga dell’andata. Una vittoria come quella arrivata dal parquet di Camerano-Verdeazzurro, coi marchigiani che hanno “schiacciato” i rivali sardi per 35 a 25, cementando la posizione playoff. «Ora dobbiamo scaricare un po’, soprattutto mentalmente, ed è giusto lasciarli più liberi nell’allenamento dopo la recente striscia di vittorie – spiega coach Davide Campana – quindi riprenderemo il percorso di miglioramento, così da rivedere anche i nostri concetti di gioco, in considerazione delle insidie che questa partita di Modena presenta». Alla sfida, in ogni caso, il Camerano ci arriva col morale bello alto, rinvigorito dall’exploit contro il Verdeazzurro Sassari che ha – di fatto – coronato un ritorno post-natalizio nel segno dei successi. «Siamo soddisfatti, fa piacere. Ma non vediamo l’ora di ricominciare a giocare», confessa Campana.

Ferma anche la compagine femminile gialloblù, in attesa di poter tornare sul parquet il prossimo 12 febbraio. L’avversario è il secondo della classe, quello che precede in classifica il Camerano con un solo punto di vantaggio: l’Ariosto Ferrara. All’andata era finita pari tra le due compagini, arroccate sui loro 33 punti ciascuna. «A differenza dell’anno scorso, quando giocavamo tutte le settimane, questo è un campionato “spezzatino”. C’era più motivazione, certo, ma ci dobbiamo adattare» commenta il coach. Ferme sì, ma inattive mai. La compagine gialloblù al femminile ha disputato in queste ultime settimane numerose partite del campionato di under 20, con risultati buoni anche se altalenanti. «Abbiamo giocato delle buone partite ed altre meno. Stiamo provando una nuova difesa – dice Campana – non perché la nostra non funzionasse ma soprattutto per aprirci mentalmente, a livello di vedute. E’ un campionato difficile, noi siamo ancora un po’ indietro sulla questione fisico. Non dimentichiamoci che parliamo di ragazze molto giovani».

Sul fronte giovanile, l’allenatore di Camerano si ritiene «Molto soddisfatto. Le iscrizioni sono buone, la pallamano a Camerano inizia ad essere il primo sport, però abbiamo pochi spazi nel palazzetto. Facciamo fatica ad allenarci: i “piccoli” lo stanno facendo in un campo non adatto alla pallamano e cominciano ad avere delle difficoltà, a stare – banalmente – stretti». Ma, nonostante tutto, si va avanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerano, pallamano a gonfie vele, ma spazi ridotti per gli allenamenti

AnconaToday è in caricamento