rotate-mobile
Altro

Pallamano, A2 femminile: Chiaravalle si conferma, debutto amaro per Camerano

Nella fase ad orologio le biancoblù battono nettamente le siciliane dell’Halikada-Gattopardo con l'esordio della stella Cristina Lenardon, disco rosso invece in Puglia per le gialloblù piegate dal Conversano

Seconda partita e secondo centro per la Pallamano Chiaravalle nella fase ad orologio, che dopo aver espugnato il campo di Ferrara, concede il bis davanti al proprio pubblico contro le siciliane dell’Halikada-Gattopardo, battute 39-19. La partita ha visto anche il ritorno in campo con debutto in maglia Chiaravalle dell’ex-nazionale (e allenatrice delle giovanili) Cristina Lenardon. I primi minuti della partita sono rocamboleschi, con Halikada che si porta in vantaggio arrivando fino all’1-4. I gol di Tanfani, Rivera Ventura e Cuello riportano la situazione in parità per la squadra di casa, che poi prende il largo chiudendo 23-10 la prima frazione. Nella ripresa partita mai in discussione e mister Fradi dà molto spazio al turn-over. Al fischio finale Chiaravalle chiude 39-19 e si porta a quattro punti, punteggio pieno e testa del girone condivisa con il Marconi Jumpers, squadra da affrontare il prossimo turno.

Sulla partita la veterana di A1 e nazionale Cristina Lenardon, all’esordio con la ASD Pallamano Chiaravalle, commenta: «Il rientro è stato molto bello. Avevo deciso di appendere le scarpette al chiodo nel maggio 2021, ma dopo un lungo corteggiamento da parte della società, a 34 anni ho pensato di rientrare per qualche partita per dare il mio contributo e divertirmi. È stato ancora bello vedere il calore delle compagne, della società, del pubblico e della mia famiglia sugli spalti (da quest’anno con una tifosa in più, mia figlia Adriana), così come mi ha emozionato lo striscione realizzato per me dalle ragazze che alleno in Under 15».

Apertura della fase ad orologio sfortunata, invece, per la Pallamano Camerano. Le ragazze di coach Davide Campana cedono per 33-28 al Conversano al termine di un match equilibrato, con le gialloblù che hanno condotto la gara per larghi tratti del primo tempo, chiuso sull’11-14. Nella ripresa Camerano è calata alla distanza, dovendo cedere l’onore delle armi alle padrone di casa anche se il tecnico gialloblù ha tratto diverse indicazioni positive. «Molto bene nel primo tempo, probabilmente uno dei migliori della stagione – afferma coach Campana – sia sotto l’aspetto difensivo che offensivo. Abbiamo trovato delle buone soluzioni in quarta fase, mentre nel secondo tempo la squadra quasi non è scesa in campo: troppe palle perse, forse per la voglia di recuperare, e questo non ci ha aiutato perché le nostre avversarie hanno messo a segno gol facili in velocità. C’è qualcosa di buono da salvare mentre su qualcosa dovremo lavorare ancora».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano, A2 femminile: Chiaravalle si conferma, debutto amaro per Camerano

AnconaToday è in caricamento