Altro

Master Class, un argento che vale: secondo posto ai Nazionali di calcio a 7 CSEN

La formazione fidardense, già campione regionale, nelle Finals di Cattolica si arrende solo alla quotata squadra tarantina dell'Autoscuola Di Cuia, che nel finale riesce a sbloccare il punteggio ed alzare il trofeo

Si ferma ad un passo dall’impresa il cammino della Master Class Immobiliare Alma Food, nella fase nazionale del Torneo Calcio a 7 CSEN. Nelle finali di Cattolica, valevoli per il titolo italiano, la squadra fidardense guidata da Giorgio Osimani è riuscita a qualificarsi per il match che metteva in palio il trofeo, venendo però beffata nei minuti conclusivi dai tarantini dell’Autoscuola di Cuia. La formazione pugliese, al termine di una sfida disputata nella tarda mattinata in condizioni meteorologiche complicate vista l’elevata temperatura, sono riusciti a far valere la maggior freschezza sbloccando il punteggio – inchiodato sullo 0-0 – a pochi giri di lancette dalla conclusione.

Una sconfitta che non toglie nulla allo splendido percorso effettuato dal gruppo allenato da Giorgio Osimani, che poche settimane fa si è confermato campione regionale battendo 4-3 la fortissima Recanatese ed ha acquisito così il diritto a partecipare alle fasi nazionali del prossimo anno. Risale invece a dodici mesi fa il successo nel campionato riservato alle squadre marchigiane che ha regalato la partecipazione a queste Finals di Cattolica, dove la Master Class Immobiliare Alma Food ha chiuso il girone all’italiana imbattuta. Esordio con il rotondo 4-1 rifilato all’Asd Lala, poi il pareggio 2-2 con l’Autoscuola di Cuia successivamente incrociata in finale, quindi il 2-1 ai perugini dell’FC Arges (grazie alla doppietta di Juninho, brasiliano più volte applaudito sui campi di calcio a 5 marchigiani e nazionali) ed il tris calato contro il Vanny Pesola Bari.

La squadra fidardense ritrova proprio i baresi in semifinale, ma stavolta è parità: servono i rigori, e ad essere decisivo è un intervento di Riccardo Aloia – poi premiato miglior portiere del torneo – che tenuto a riposo nel match per un problema al polpaccio ritorna tra i pali per la lotteria dei tiri dal dischetto e compie la parata che spedisce la Master Class in finale. Dove, dopo un prolungato 0-0 durato fino a 5’ dalla fine, è Taranto ad avere il guizzo giusto piazzando nel breve volgere di pochi minuti le tre reti buone per alzare la coppa. Un argento che, comunque, vale: in attesa di un nuovo tentativo, il prossimo anno, per appuntarsi sul petto il tricolore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Master Class, un argento che vale: secondo posto ai Nazionali di calcio a 7 CSEN
AnconaToday è in caricamento