rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Altro

Falconara-Pescara, resa dei conti: domani sera al PalaBadiali in palio lo scudetto

Dopo la vittoria in gara 2, le Citizens di nuovo davanti al pubblico di casa per la "bella". «Sarà una partita ancora più livellata e nervosa rispetto a quella di venerdì», dice il tecnico di Falconara, Massimiliano Neri

Non è ancora finita. Il Città di Falconara lo ha detto dopo gara 1 persa male a Pescara, lo ha ripetuto in gara 2 segnando il gol vittoria a ventidue secondi dal termine. Lo corsa al titolo è più viva che mai, ancora più avvincente considerando che lo scudetto del versante in “rosa” del futsal si assegnerà in un match senza appello, domani sera alla 20.30 al PalaBadiali, nella terza ed ultima sfida della serie. Le “Citizens” arrivano all’appuntamento galvanizzate da un’affermazione sofferta, molto di quanto si sarebbe potuto pronosticare ad inizio ripresa, quando uno scarto di tre reti e le problematiche fisiche di Sestari, portiere delle abruzzesi, sembravano aver incanalato l’incontro su binari decisamente favorevoli.

«Sicuramente sul 3-0 non siamo riusciti a capitalizzare almeno un paio di palle gol – commenta Massimiliano Neri, tecnico di Falconara - ed alla fine Pescara è riuscita a rientrare in partita. Però ancora una volta si è visto il grande pregio di questa squadra, che è nella mentalità e nella capacità di soffrire, e di lottare fino alla fine. Non era affatto scontato, perché da una situazione di netto predominio come quella ad inizio primo tempo sul 3-0, siamo passati ad un’altra in cui siamo entrati in difficoltà, e rialzarsi era davvero complicato. Per vincere incontri come questi serve mettere qualcosa in più in campo, come del resto per superare un portiere incredibile come Sestari che anche stasera, come in gara 1, è stata determinante nonostante un infortunio».

Un week-end che è iniziato pareggiando i conti nella serie di finale, ed ora si chiuderà domenica sera con l’assegnazione dello scudetto al termine di una gara 3 che si preannuncia infuocata. Nel Pescara rientrerà Aida Xhaxho, costretta a saltare le prime due sfide a causa della squalifica di due turni seguente all’espulsione nel match di gara 3 contro la Lazio, mentre con ogni probabilità Sestari stringerà i denti per non mancare all’appuntamento.
«Domenica sarà una partita ancora più livellata – dice Neri - anche più nervosa rispetto a quella di stasera. Il tempo per recuperare energie praticamente non c’è, e questo rappresenta un’altra variabile che rende l'incontro ulteriormente complicato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara-Pescara, resa dei conti: domani sera al PalaBadiali in palio lo scudetto

AnconaToday è in caricamento