rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Altro

Coppa del Mondo di Scherma Under 20: ad Udine brillano Calvanese ed Adoul

Doppio oro per gli azzurri nella prova a squadre, e per la fiorettista del Club Scherma Jesi arriva anche l'argento individuale, dopo la finale persa con la compagna di squadra Aurora Grandis

Tanta Italia, ma anche tante...Marche nella prova di Coppa del Mondo di Scherma andata in scena ad Udine, tappa italiana riservata alla categoria Under 20. Il fioretto italiano sale infatti sul gradino più alto del podio nella prova a squadre sia in campo maschile che sul versante in “rosa”. E sono due alfieri della nostra regione, ovvero Matilde Calvanese del Club Scherma Jesi e Raian Adoul del Club Scherma Ancona a spingere le rispettive squadre alla conquista della medaglia del metallo più prezioso. Per Matilde, i piazzamenti portati in dote dalla trasferta friulana sono addirittura due, in considerazione dell’argento conquistato nella prova individuale.

La cavalcata della fiorettista del Club Scherma Jesi è cominciata con il girone di qualificazione, chiuso con un bilancio di cinque vittorie ed una sconfitta. Nella fase ad eliminazione diretta, Calvanese ha superato in scioltezza la singaporese Chia e la croata Basic, prima di conquistare il derby con l’anconetana Alice Gambitta (piegata 15-11). Quindi sono arrivate le affermazioni contro l’altra azzurra Greta Collini (testa di serie numero uno del tabellone di diretta), la polacca Kalodziejczyk, ed in semifinale contro l’ungherese Eszter Wolf superata col punteggio di 15-11. Nel derby a tinte tricolori valevole per l’oro, Matilde è stata purtroppo sconfitta da Aurora Grandis, che si è imposta 15-10. Le due finaliste della prova individuale hanno poi trascinato le loro compagne Giulia Amore e Carlotta Ferrari nella prova a squadre: impeccabili le azzurrine nel loro percorso, cominciato con il successo a tavolino sull’Algeria per il forfait della squadra nordafricana. Poi il tris di vittorie che hanno regalato il primo posto: 45-30 sulla Spagna, 45-33 contro la Polonia ed in fine 45-24 sulla Francia.

L’impresa delle azzurrine è stata copiata ed incollata dalla squadra maschile di fioretto, con Raian Adoul del Club Scherma Ancona in formazione assieme a Damiano Di Veroli, Giuseppe Franzoni (oro anche nella prova individuale) e Mattia Raimondi. La giornata si è aperta con il 45-31 all’Ucraina, a cui hanno fatto seguito il 45-13 alla Slovacchia ed il 45-39 – ottenuto in rimonta dopo un inizio difficoltoso – contro Hong-Kong. Meno sofferta l’affermazione in finale, contro la selezione ungherese battuta 45-34. Meno positivo il cammino di Adoul nella prova individuale: arrivato alla fase ad eliminazione diretta con un record di 4-2 nella Pool, a risultare letale è stata l’ultima stoccata nell’assalto al britannico Cook, il quale si è imposto 15-14 dopo che il fiorettista del sodalizio dorico si era liberato agevolmente dei singaporesi Chin e Robson. Tra i risultati di rilievo, da segnalare anche l’undicesimo posto dell’altra atleta del Club Scherma Jesi, Sofia Giordani, uscita di scena nei sedicesimi per mano dell’italiana Matilde Molinari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa del Mondo di Scherma Under 20: ad Udine brillano Calvanese ed Adoul

AnconaToday è in caricamento