Martedì, 23 Luglio 2024
Altro

Falconara volta pagina: rosa rivoluzionata e nuovo staff tecnico capeggiato da Gianangeli

Dopo un ciclo vincente e la partenza di tante atlete che hanno fatto la storia del club e del futsal femminile, le "Citizens" ripartono affidando la panchina all'ex mister di Brandoni Ancona, Jesina, Castelbellino e Castelfidardo

Soffia forte il vento del cambiamento in casa Città di Falconara. In casa “Citizens” arriva il momento di voltare pagina, chiudere quel ciclo che ha portato la società sul tetto d’Italia e d’Europa e salutare molte delle protagoniste dei successi che hanno proiettato il nome della città sulla vetta continentale del futsal femminile. Oltre al tecnico Massimiliano Neri ed al suo vice Andrea Mosca (scudettato con l’Under 19), da Falconara si congederà chi ha vestito per anni la maglia delle falchette (come Taty, Rafa Pato Dal’Maz e Dibiase), e chi si è fermato meno in riva all’Adriatico come Taina Santos, Rozo ed Anthea Polloni, ma mettendo una firma indelebile in calce ad alcune delle pagine più belle scritte dal sodalizio di Via Stadio.

Ma ad ogni fine corrisponde un nuovo inizio, accompagnato dalla voglia di rilanciare sul tavolo verde nazionale del calcio a 5. Ferrara, Isa Pereira e Praticò resteranno in casacca Citizens, con nuove compagne di squadra su cui nomi la dirigenza sta già lavorando da un po’. Ed a dirigere i lavori uno staff tecnico nuovo di zecca, capeggiato da Roberto Gianangeli. Classe ‘62, già calciatore tra i prof con le maglie del Fano, del Cattolica e dell’Elpidiense, Gianangeli ha maturato una lunga esperienza sulle panchine del maschile di Brandoni Ancona, Jesina, Castelbellino e Castelfidardo e importanti piazze femminili come Jesi e Fabriano. «Il Città di Falconara è un punto di riferimento indiscusso nel panorama italiano – commenta a caldo mister Gianangeli - la sua storia parla da sola. Ringrazio il presidente Bramucci per la fiducia. Siamo in un momento di grandi cambiamenti e quindi il nostro primo obiettivo sarà, dopo le fantastiche vittorie degli ultimi anni, mantenere orgogliosi i tifosi che hanno sempre regalato il loro entusiasmo straordinario a chi ha veste questa maglia. L’azionariato popolare che ha permesso l’iscrizione è solo l’ultimo di una serie di episodi di amore verso questa maglia».

Sua vice, nonché coordinatrice del settore giovanile e tecnica dell’Under 19, sarà Giulia Domenichetti. Falconarese doc, una bacheca piena di trofei tra calcio e futsal, indimenticata protagonista con la maglia delle Citizens a cavallo tra il 2015 e il 2016 (26 presenze, 25 gol), la Domenichetti torna al PalaBadiali dopo le esperienze da allenatrice nel calcio femminile con Firenze, Napoli e San Marino. Sarà alla guida di due open day dedicati alle Under 19 (2004-2009) e alle Under 12 (2010-2015) che si terranno al PalaBadiali sabato 26 agosto e sabato 2 settembre dalle 16 alle 18. «Un ritorno davvero inaspettato – ammette sorridente – nato da una chiacchierata informale con il presidente Bramucci che poi si è sviluppata ed è finita con una stretta di mano. Sono davvero contenta di poter essere utile a casa mia e di poter lavorare con le ragazzine, dare loro quelle opportunità che io non ho avuto sotto casa. Nel mondo giovanile possiamo sfruttare al meglio le possibilità date dal doppio tesseramento. Per esperienza penso che le bambine debbano partire dal futsal per arricchirsi a livello tecnico, a prescindere poi dal prosieguo in questa o nell’altra disciplina».

Terzo moschettiere del nuovo staff sarà, infine, Marco Cotichelli. Torna ad allenare i portieri Citizens come già nel 2015/2016 e dopo aver fatto parte degli staff tecnici di Real Lions Ancona, Jesina, Gls Dorica e Futsal Prandone. «Storia nuova, staff nuovo ma per me è un ritorno gradito – commenta – con l’obiettivo di fare il meglio e di non porsi limiti. So di far parte di uno staff competente e sono certo che riusciremo a dare battaglia a tutti. Partiamo con tanto entusiasmo e voglia di far bene. Da parte mia ci metterò tutto l’impegno perché i risultati si raggiungono solo con il lavoro e l’impegno. Tutti insieme, naturalmente, perché il risultato arriva non dai singoli ma dal gruppo, con grandi novità sia nello staff che nella composizione della rosa e quindi dovremo subito imparare a conoscerci per fornire a ogni elemento i giusti stimoli e gli obiettivi da raggiungere».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara volta pagina: rosa rivoluzionata e nuovo staff tecnico capeggiato da Gianangeli
AnconaToday è in caricamento