Mercoledì, 17 Luglio 2024
Altro

Falconara cede lo scettro: Bitonto rimonta, vince gara 3 e va in finale

Fatale per le Citizens il black-out a 90 secondi dalla sirena: la tripletta di Renatinha rianima le pugliesi che risalgono dal 2-5, e poi all'extra-time si aggiudicano la "bella" raggiungendo il Francavilla nell'atto conclusivo dei play-off scudetto di futsal femminile

Non ci sarà la terza finale consecutiva per Falconara. Non ci sarà la possibilità di difendere contro Francavilla quel tricolore cucito sul petto, lasciato per strada a Bitonto tra mille rimpianti. Decisivi, come in gara 1, i minuti finali: o meglio ancora il minuto di black-out in cui è Renatinha a indossare i panni della mattatrice realizzando in 55 secondi le tre reti che permettono alle pugliesi di risalire dal 2-5 e trascinare la partita all’extra time. Dove, complici i problemi fisici accusati in serie da Ferrara, Rozo, Dal'Maz e Taty, le padrone di casa hanno completato l’operazione riscossa fissando il punteggio sul 7-5 finale che regala l’accesso alla serie che mette in palio il titolo di regina del futsal femminile. Peccato perché le Citizens la possibilità di bissare l’affermazione di gara 2, ottenuta quarantotto ore fa, l’hanno avuta a portata di mano prima di subire la rimonta del Bitonto poi consumata nel secondo tempo supplementare quando le forze non c’erano più.

La gara è stato subito vibrante con i rispettivi portieri impegnati ai massimi livelli: Castagnaro super su Rozo, Dibiase al top su Renata. L’equilibrio iniziale è spezzato dalla squadra di casa in contropiede: palla di Mansueto in mezzo all’area per Renatinha che vince il contrasto con Dibiase in uscita e la butta dentro. Le Citizens si portano in avanti alla ricerca del pareggio e sono anche sfortunate con Taty che fa una magia e scavalca Castagnaro salvata dalla trasversa. Il portiere bitontino sembra invincibile sulla conclusione di Isa Pereira ma poco dopo è costretto a capitolare sul preciso missile di Rozo, lanciata alla perfezione da Taty. Ancora emozioni: Renatinha in ripartenza mette la palla in mezzo per Mansueto che riporta avanti le sue (2-1) ma non c’è tempo per respirare che subito capitan Ferrara fa 2-2 sfruttando una respinta corta della retroguardia avversaria. Al 14’ il Falconara mette la freccia: Dal’Maz e Rozo partono in tandem, il batti e ribatti sul fondo premia la brasiliana che rimasta al limite dell’area se la aggiusta e trova l’angolino alto dove Castagnaro non arriva. Il Bitonto non ci sta: Diana Santos illude le sue con un fendente basso che Dibiase riesce a neutralizzare in corner e nel finale infuocato di primo tempo Mansueto mette dentro il 3-3 ma l’arbitro ravvisa un tocco di mano. Gioco fermo e gelo nella tribuna pugliese che stava festeggiando il pareggio, e si va a riposo con le Citizens a +1.

Nella ripresa il Bitonto le prova tutte. Dibiase si supera su Cenedese, si salva con il palo su Diana Santos e può contare sulla schiena di Dal’Maz, provvidenziale, sulla ribattuta della solita Cenedese. Tanta pressione che però non frutta, e la gradinata di casa tira un sospiro di sollievo quando con Castagnaro fuori dai pali, Taina ne approfitta ma il portiere della padrone di casa riesce a recuperare. È il preludio al gol che fa prendere momentaneamente il largo alle Citizens. Dibiase lancia lungo e pesca Taina, Mansueto vola a terra ma per l’arbitro si può proseguire. La numero 20 batte Castagnaro per il gol del 4-2. Proteste bitontine che chiedevano di fermare il gioco ma per gli arbitri è tutto regolare. A 8’ dal termine il Bitonto recupera Mansueto in campo come quinto di movimento, ma Diana Santos con Dibiase fuori dai pali colpisce la traversa e nel prosieguo dell’azione Dal’Maz e Isa Pereira lanciano il contropiede che porta alla rete del 5-2 firmata dalla numero 99.

Nel finale infuocato Dibiase e la difesa falconarese cercano di arginare tutti gli spazi e la cosa riesce finché Renatinha non sale in cattedra. Prima sfrutta il primo errore della serata di Dibiase (disimpegno errato di piede) e accorcia sul 3-5, poi di tacco sottomisura timbra il -1 e quindi con una puntata dal limite realizza il 5-5 che spalanca le porte ai supplementari. Continua a premere il Bitonto ma la traversa ferma l’inzuccata di Lucileia pescata da un chilometrico rinvio di Castagnaro, a cui – fuori dai pali – si sostituisce Diana Santos la quale di immola su Praticò salvando la porta sguarnita. Il pressing delle padrone di casa si concretizza nei primi minuti del secondo supplementare con Diana Santos che dalla distanza buca Dibiase. Entra Rozo per il power play, Isa ha sui piedi il gol del pari, la devia la difesa che salva in corner ma sugli sviluppi dell’azione successiva, con la porta vuota è sempre Renatinha a colpire. Finisce così, con Ferrara che arriva alla sirena zoppicando, nel tripudio del Bitonto e tra le lacrime delle Citizens alle quali non si può che dire grazie per quanto visto in campo al termine di tre sfide eccezionali ed emozionanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara cede lo scettro: Bitonto rimonta, vince gara 3 e va in finale
AnconaToday è in caricamento