rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Altro

Tra i fantastici 43 c’è anche Nicola Di Piero, l’anconetano sfiora il podio nell’ Alps Tourist Trophy

Il pilota anconetano del team CarpediemOffroad ha sfiorato il piazzamento a podio

Quarantatrè piloti da tutta Europa per la prima prova degli Alps Tourist Trophy a Bergeggi, nel savonese. In griglia, lo scorso week end, anche Nicola “Nico Traverso” Di Piero in sella alla sua Yamaha Tenerè 700, che ha sfiorato il piazzamento a podio. 

La gara

Il sabato i piloti hanno corso una tappa di ben 230 km, tutti sotto la pioggia battente, con ben 4 prove speciali, salendo anche sopra gli 800 metri di altezza con temperature tutt'altro che primaverili. Questo tipo di competizione consiste nel "navigare" con una traccia da seguire su un dispositivo GPS, montato sul cruscotto della moto, nei tratti di trasferimento. Mentre nelle prove speciali il pilota deve trovare la strada da solo, utilizzando solamente pochi punti gps, in cui passare obbligatoriamente, indicati dall'organizzazione sulla strumentazione, ma non fisicamente nella realtà. Il centauro del Team CarpediemOffroad si è distinto nella prima giornata per aver corso ad un ritmo veloce e preciso, sopportando le condizioni atmosferiche, concludendo la giornata 2° della categoria Tourist, con un relativo distacco dal famoso rallysta Mirco Bettini su KTM 790 in testa e dando molte lunghezze al terzo, il portoghese Rebelo Marques Ricardo, e 1° del Challenge Yamaha riservato ai possessori di Yamaha Tenerè 700.

La seconda giornata con un tracciato di 130 km ha messo a dura prova la forza di volontà del pilota griffato Ancona Today: a circa metà della prima speciale mentre Nicola saliva a gran velocità su una salita lunga e dissestata, o strumento GPS si è staccato dal suo aggancio smarrendosi, inutili i tentativi di ricerca del nostro pilota nel tornare indietro a bassa velocità per cercarlo purtroppo. Di Piero ha provato a usare il suo telefono al posto del GPS ma non vi era campo per scaricare l'applicazione dedicata, così seguendo i segni delle ruote degli altri piloti ha provato a continuare il percorso selettivo e ha raggiunti 3 piloti a cui si è accodato. Scelta che si è rivelata anche questa sfortunata, poiché questi corridori avevano caricato erroneamente sui loro dispositivi GPS i percorsi del giorno prima che passavano inizialmente sempre in quei luoghi, ma che poi li hanno condotti dalla parte opposta. 

Una volta uscito dalla prova speciale, quando Nicola con l'aiuto dell’organizzatore Manuel Podetti ha settato l'applicazione di navigazione sul suo telefono, si è reso conto di non è essere sul percorso e che avrebbe preso molte penalità. «Per un attimo ho pensato di ritirarmi, ma poi mi sono intestardito a voler finire la gara a tutti i costi. Ho infilato il telefono nel borsello da serbatoio in modo da poter vedere lo schermo e sono ripartito verso il punto più vicino da cui riprendeva il percorso da dopo la speciale per poter poi fare l'altra, finché la batteria durerà» ha spiegato il pilota anconetano. Nell’ultima prova a cronometro sul circuito in spiaggia, Nicola ha fatto registrare il 4° tempo assoluto e 2° di categoria. Nonostante le penalità e i ritardi accumulati, Nico Traverso si è piazzato 11° di categoria su 23 nella classe Tourist e 7° nel Challenge Yamaha.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra i fantastici 43 c’è anche Nicola Di Piero, l’anconetano sfiora il podio nell’ Alps Tourist Trophy

AnconaToday è in caricamento