Più bici per Jesi

Al via il Piano Comunale delle piste ciclabili. Saggi, gruppi ciclistici e associazioni ambientaliste a raccolta

Fa bene al corpo, distende la mente e aiuta pure la natura. La bicicletta è un toccasana per i cittadini e le citta, purché ci siano le condizioni per utilizzarla in sicurezza. Proprio per questo Jesi sta lavorando a un Piano comunale delle piste ciclabili, per incrementare l’utilizzo della bici attraverso la realizzazione di percorsi dedicati, attività informative, promozionali e culturali.

A questo scopo è stato costituito un apposito gruppo di tecnici al lavoro, con il supporto dei gruppi ciclistici e delle associazioni ambientaliste, su una proposta da sottoporre alla Giunta comunale. Anche tutti i suggerimenti della cittadinanza sono bene accetti e vengono raccolti all’indirizzo mail pisteciclabili@aesinet.it.

Attualmente a Jesi la situazione bici è decisamente da migliorare, ci sono solo alcuni spezzoni di pista, frammentati, scollegati e difficilmente individuabili, oltre alla ciclabile lungo il fiume Esino, che per il tratto che insiste nel Comune di Jesi è in cattivo stato di manutenzione.

“Con il piano della viabilità ciclistica - spiega l’assessore all’Ambiente Cinzia Napolitano - vogliamo individuare una rete gerarchica di collegamento tra le zone residenziali e i punti di attrazione di rilevanza urbana come il centro storico, le aree per lo sport, le scuole, i luoghi di lavoro significativi, la zona industriale, la stazione ferroviaria e quella delle autocorriere, inserendo anche la rivalutazione della pista ciclabile del fiume. Un lavoro certamente impegnativo e che richiede tempi non brevi, da realizzare per stralci funzionali tenendo conto della tipologia delle strade e della mobilità pedonale esistente ed integrando la fase di pianificazione con il piano urbano del traffico al fine dell'intermodalità dei mezzi di trasporto”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
AnconaToday è in caricamento