rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Earth Day Italia

Tutti a bordo della sostenibilità

Il 12 e il 13 marzo prossimi, farà tappa ad Ancona il Treno Verde. Lo storico convoglio di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane. Obiettivo: informare i cittadini promuovendo le buone pratiche per una mobilità sostenibile e per l'abbattimento delle polveri inquinanti

Sarà necessario mantenere l’agenda libera il 12 e il 13 marzo prossimi. Da Ancona, infatti, passerà anche quest’anno, il Treno Verde di Legambiente. È già partita la campagna dell’associazione ambientalista che, con l’intento di sensibilizzare riguardo al problema del trasporto su rotaie, è dedicata al rilevamento dell’inquinamento atmosferico e acustico. Obiettivo: informare i cittadini promuovendo le buone pratiche per una mobilità sostenibile e per l’abbattimento delle polveri inquinanti.
Nata in collaborazione con Ferrovie dello Stato, l’iniziativa è accompagnata dal Laboratorio mobile Qualità dell’Aria di Italcertifer, che in ogni città rileverà i dati relativi all’inquinamento acustico e alla qualità dell’aria. Oltre ai valori del PM10, afferma l’associazione ambientalista, “saranno raccolte informazioni sulle concentrazioni nell’aria di benzene, biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e ozono. E quest’anno verrà monitorato anche il PM 2,5 con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione anche sulla frazione di polveri più dannose per la salute”.
“Le nostre città – ha dichiarato il direttore generale di Legambiente Rossella Muroni - devono tornare a respirare, ad essere più verdi, ad avere uno sviluppo in sintonia con l’ambiente ed essere delle fucine di innovazione. Ripensare i centri urbani, migliorare la qualità di vita e dell’aria significa prima di tutto ripartire dal trasporto pubblico, che si conferma essere un passaggio strategico per il cambiamento dei nostri centri urbani. Eppure il nostro Paese fatica ad intraprendere questa importante e necessaria strada: il 2013, sancito dalla comunità europea come “anno dell’aria”, doveva essere l’anno per affrontare seriamente il problema dell’inquinamento atmosferico ma, invece, si è fatto davvero poco e anche il 2014 non sembra iniziare nei migliori dei modi. Continuiamo ad accumulare ritardo nella competizione con la qualità della vita delle città europee. È dunque urgente intraprendere azioni efficaci e interventi mirati per risolvere il problema dell’inquinamento atmosferico in tutta la Penisola”.

E le polveri sottili (Pm10) sono quelle che preoccupano maggiormente: nel 2013 su 91 città monitorate da Legambiente, 43 hanno registrato valori di PM10 superiori ai limiti di legge.
Si è espresso positivamente anche il presidente di Earth Day Italia, Pier Luigi Sassi: “Iniziative come questa sono assolutamente auspicabili e da ripetere. Le nostre città sono troppo inquinate e sebbene l’Italia abbia centrato gli obiettivi di Kyoto, occorre intraprendere azioni ancora più efficaci. Il treno è sicuramente uno dei mezzi di trasporto green per eccellenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti a bordo della sostenibilità

AnconaToday è in caricamento