rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
publisher partner

Arriva ad Ancona la campagna “Il tuo punto di vista conta” per sensibilizzare sulle maculopatie

Conoscere queste patologie e sapere come affrontarle è un passo importante per prevenirle ed, eventualmente, gestirle al meglio

La prevenzione è uno strumento fondamentale per mantenere un buono stato di salute e prevenire l'insorgenza di gravi patologie. Adottare uno stile di vita sano e sottoporsi regolarmente a controlli medici, infatti, può fare la differenza nel ridurre il rischio di sviluppare malattie o, comunque, consente di individuarle in fase precoce, quando il trattamento è più efficace.
Questo principio si applica anche alla salute degli occhi e, in particolare, alle maculopatie, un gruppo di patologie oculari che colpiscono la macula, l'area centrale della retina responsabile della visione nitida e dettagliata.

Le maculopatie, come la degenerazione maculare legata all'età (Age-Related Macular Degeneration - AMD) e l'edema maculare diabetico (Diabetic Macular Edema - DME), spesso progrediscono silenziosamente per lungo tempo prima che i sintomi diventino evidenti; per questo motivo è fondamentale sottoporsi regolarmente a controlli, così da poter individuare eventuali segni precoci di queste patologie e avviare, tempestivamente, il trattamento più appropriato.
La diagnosi tempestiva è importante, in quanto aumenta le possibilità di preservare la vista e, di conseguenza, riduce l'impatto negativo di queste malattie sulla qualità di vita delle persone che ne vengono colpite e dei loro familiari.

Ritardare l'intervento terapeutico, infatti, può portare a danni irreversibili alla macula, compromettendo gravemente la capacità di svolgere attività quotidiane come leggere, guidare e riconoscere i volti.
Inoltre, la prevenzione è utile nel ridurre il rischio di sviluppare tali patologie. Adottare uno stile di vita sano, quindi seguire una dieta equilibrata, mantenere un peso corporeo adeguato, non fumare e tenere sotto controllo il diabete (quando presente), può contribuire a preservare la salute degli occhi.

È, quindi, fondamentale sensibilizzare la popolazione sull'importanza di sottoporsi regolarmente a controlli e di adottare abitudini di vita sane.
Proprio per promuovere la consapevolezza nei riguardi di queste malattie, favorire la sensibilizzazione della popolazione e stimolare l’impegno alla prevenzione è ripartita la campagna nazionale Il tuo punto di vista conta – non lasciare che le maculopatie ti fermino.
il-tuo-punto-di-vista-conta

Conoscere le maculopatie

La campagna è stata ideata per raggiungere molteplici obiettivi, primo tra tutti quello di far conoscere, ad un crescente numero di persone, in che cosa consistono le maculopatie, sottolineando quali disagi può causare l’insorgenza di queste patologie e promuovendone la prevenzione.
Contestualmente, l’iniziativa si propone di dare voce alle esigenze, spesso insoddisfatte, sia dei pazienti che dei caregiver; tali malattie, infatti, hanno un impatto rilevante sulla qualità della vita di entrambe le figure, sia a livello fisico che psicologico; è fondamentale, quindi, offrire loro un adeguato sostegno, affinché possano mantenere un buon livello di benessere.

La nAMD (AMD neovascolare o “umida”, forma più avanzata della patologia) colpisce, principalmente, individui over 60, minandone l’autonomia, sia per quanto riguarda lo svolgimento delle attività quotidiane che nella gestione della terapia; ciò rende loro necessario un supporto costante.
D’altra parte, il DME, che è legato al diabete e non viene influenzato dall’età del soggetto, può colpire persone giovani, impedendo loro di lavorare in maniera repentina.

I numeri rendono più chiara la diffusione di tali patologie.
Per quanto concerne la nAMD, sono circa 20 milioni le persone che, in tutto il mondo, ne soffrono; si tratta della principale causa di perdita della vista negli ultrasessantenni.
Parlando, nello specifico, dell’Italia, la fascia di età interessata è quella tra i 65 e i 69 anni e gli over 85.

Afferma Massimo Ligustro, Presidente di Comitato Macula:
Oggi il livello di informazione e conoscenza delle maculopatie è ancora inadeguato, nonostante la loro diffusione. Ciò che emerge è una forte mancanza di informazione sui percorsi terapeutici e sulle difficoltà quotidiane che impediscono ai pazienti di prendersi cura di loro stessi. Coinvolgere la popolazione e diffondere una consapevolezza più ampia su questi temi e sulle implicazioni che possono presentare nel lungo periodo, rappresentano gli strumenti necessari a garantire una prevenzione efficace e duratura”.

Gallery-6

Sensibilizzare e promuovere la prevenzione in tutta Italia

Dopo le tappe di Milano, Roma, Genova e Pescara, la campagna nazionale Il tuo punto di vista conta – non lasciare che le maculopatie ti fermino è ripartita, a maggio, da Potenza, per poi proseguire lungo il Sud Italia.
Il prossimo appuntamento previsto è ad Ancona, il 25 maggio, presso la Galleria Dorica in Corso Giuseppe Garibaldi 91, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:30 fino alle 19:00.

Nell’ottica di promozione della prevenzione, nel corso della giornata verranno effettuate visite della vista di primo livello gratuite; il target sono gli over 50, cioè la fascia di età maggiormente a rischio per lo sviluppo delle maculopatie.
Tale appuntamento si è rivelato una risorsa preziosa; durante le precedenti tappe, infatti, sono state esaminate circa 1.200 persone, il 28% delle quali necessitava di ulteriori visite di approfondimento.

L’iniziativa è promossa da Roche Italia con il patrocinio di Associazione Pazienti Malattie Oculari (APMO), Comitato Macula, Retina Italia (ODV) e Società Italiana di Scienze Oftalmologiche (SISO).

Commenta Assia Andrao, Presidente Retina Italia OdV:
Da anni le nostre associazioni operano su tutto il territorio nazionale dedicandosi con impegno a promuovere una corretta informazione e all'incoraggiamento di pratiche preventive più diffuse. Riteniamo importante promuovere una sinergica collaborazione che coinvolga non solo i clinici professionisti, ma anche le associazioni di pazienti e le istituzioni competenti per migliorare il percorso del paziente e offrendo al contempo un sostegno adeguato anche ai loro familiari”.

Per maggiori informazioni in merito alla campagna, è possibile visitare la pagina dedicata sul sito di Roche Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AnconaToday è in caricamento