Amici Animali: “Canile chiuso di sabato, atto illegale e dannoso per i cani”

“Il canile Federico I di Ostra Vetere, benché privato, espleta un servizio pubblico pagato dai cittadini. Abbiamo chiesto aiuto di nuovo agli organi competenti, Asur, Polizia municipale, Assessore e Sindaco”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“Il canile Federico I di Ostra  Vetere è rimasto chiuso di sabato (ieri, 3 agosto) in maniera del tutto arbitraria e non conforme”. La denuncia arriva dall’associazione Amici Animali Onlus di Osimo. Nel comunicato stampa si legge infatti:

“La stessa cosa si era verificata appena 15 giorni fa, sabato 13 luglio. Le motivazioni non sono chiare né ben specificate, ma la tattica é la stessa. Chiusure solo di sabato quando c'è maggiore affluenza di volontari e di persone che vengono in canile per adottare i cani, avviso ai comuni e organi competenti tramite un laconico fax,  solo il venerdì sera precedente,  sul tardi, quando non c'è più nessuno negli uffici per cui il fax verrà letto solo il lunedì successivo, quando l'illegalità é oramai avvenuta. Già perché é di ILLEGALITA' che si tratta.
Il canile Federico I benché privato, espleta un servizio pubblico, cioè ospita i cani abbandonati di quei comuni che non sono in regola né con la normativa nazionale (legge quadro n. 281 del 14/08/1991 Art. 4 comma 1) né con quella Regionale (Legge Regionale 20/01/1997 n. 10 Art. 2 comma 3) che obbligavano i Comuni già oltre 20 anni fa,  quando non c'era certo l'attuale crisi economica, a costruire canili e gattili comunali.

Per  cui si vedono costretti a detenere i cani abbandonati accalappiati nel proprio territorio, in strutture private, ovviamente pagando. Si tratta perciò di soldi pubblici derivanti dalle tasse dei cittadini .
Tra l'altro il Regolamento Regionale 13/11/2001 n. 2 , in attuazione della LR 10/97, sancisce all'Art. 5 che ci deve essere un orario giornaliero di apertura al pubblico il più ampio possibile, in modo da assicurare la trasparenza del buon trattamento degli animali e promuovere al massimo la politica di adozione. I volontari, sottolinea la Legge, hanno libero accesso nei canili.
Il gestore aveva comunicato solo due mesi fa alle Amministrazioni Comunali i nuovi orari di apertura al pubblico. Orari che prevedono l'apertura anche di Sabato...poi però il sabato il Canile resta chiuso!!!
Il canile privato ma viene pagato con soldi pubblici ed esiste l'obbligo di offrire un servizio continuato nel tempo e senza interruzioni.

Tra l'altro il canile Federico I, ospita diversi cani malati, anziani e anche  12 cani positivi alla leishmania e altri 22 dubbi, che hanno bisogno di cure quotidiane e costanti. Inoltre, sempre secondo la normativa vigente, i cani dei canili devono poter uscire dai box e sgambare quotidianamente, cosa che non faranno né oggi né domani.

E' questo il servizio offerto e pagato da noi cittadini?
 Abbiamo chiesto aiuto di nuovo agli organi competenti, Asur servizio veterinario, Polizia municipale, Assessore e  Sindaco e  di Ostra Vetere come massima carica di vigilanza, in quanto il canile sorge nel suo territorio comunale.
Tutti molto disponibili e gentili, ci hanno assicurato che si adopereranno, per quanto di loro competenza, affinché tale illegalità non accada più in futuro. Già, ma in meno di un mese sono due volte che capita......!!
Confidiamo in loro e nelle leggi che tutelano gli animali.

La Presidente
Patrizia Lorenzetti”

I più letti
Torna su
AnconaToday è in caricamento