Lunedì, 14 Giugno 2021
Amici animali

Amici Animali, adozioni del cuore: “Carlos e il miracolo di Natale”

La storia dell'adozione del Bretone 13enne, che ha trovato casa grazie al cuore grande di un'infermiera svizzera innamorata dell'Italia e degli animali. Manuela Pallotta: "Adottate un cane anziano, non c'è regalo più bello"

Carlos e Maja

Maja è una signora  svizzera che  da quando è andata in pensione è venuta ad abitare in Italia. Era infermiera e ha lavorato anche diverso tempo in ospedali delle missioni africane.
Sa cosa significa la sofferenza perché ci è stata in mezzo per tutta la vita.
Si è trasferita in Italia perché ama la nostra arte, la cultura e la musica, è molto attiva, ha mille interessi e tanti amici.
Da circa due mesi si è iscritta alla nostra associazione e ha iniziato a fare volontariato al canile comunale Lilly e i vagabondi 2 di Osimo.
Come tutti i volontari , chi prima , chi dopo, è stata contagiata dal desiderio di adottare uno dei cani del canile. Ha deciso subito che avrebbe adottato un cane anziano.

La scelta è ricaduta su Carlos, un bellissimo Bretone di circa 13 anni,  con parecchi acciacchi dovuti all'età e forse ad un vita non proprio semplice di cui però non sappiamo nulla.
Carlos era entrato in canile da un paio d'anni, vagava per le campagne di Osimo senza meta, abbandonato già anziano forse perchè appunto vecchio , malato e inutile. Non avendo il microchip non è stato possibile risalire al proprietario e nessuno l'è mai venuto a cercare.
Carlos dagli occhi grandi e intensi, Carlos che ha accettato con rassegnazione tutto quello che  la vita gli aveva riservato, anche l'abbandono.
In canile non ha mai creato problemi, sempre buono con tutti, aspettava una carezza e un biscotto il fine settimana dai volontari.
La vita in canile per un cane anziano non è facile, meno che mai per Carlos pieno d'artrosi, con una zampa che appoggia appena e che con il freddo e l'umidità doveva fargli anche male.
Ma oggi Carlos ha detto addio al canile perché Maja se l'è portato a casa. Prima un bel bagno in toelettatura e poi finalmente una casa riscaldata, una morbida cuccia, tante carezze e una voce dolce con uno spiccato accento Svizzero, che gli parla facendolo sentire a casa sua, come se Carlos fosse sempre stato lì.

Ci vuol poco ad abituarsi all'affetto, all'amore, al calore di qualcuno che ti vuole bene e che si prenderà cura di te fino alla fine della vita.
Carlos ora non ha più problemi perché c'è Maja con lui, non importa quanto altro tempo il destino gli concederà perché la vita è adesso, è il presente e Carlos se la sta godendo tutta.

Adottate un cane anziano.  Non c'è regalo di Natale più bello che vedere un cane anziano che se ne va dal canile con la sua nuova famiglia che saprà ricompensare della scelta con tanto affetto e poche esigenze.

Manuela Pallotta
Ass. Amici Animali Onlus

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amici Animali, adozioni del cuore: “Carlos e il miracolo di Natale”

AnconaToday è in caricamento