La penna diventa terapia, gli ospiti della clinica diventano scrittori

Gli ospiti della clinica diventano scrittori e lanciano il nuovo numero di "The Passenger"

Gli ospiti della Clinica Villa Jolanda – Neomesia di Maiolati Spontini tornano ad essere scrittori e giornalisti e, in questi giorni, è pronto il nuovo numero del giornalino “The Passenger”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di un vero e proprio giornalino degli ospiti, nato da un’idea condivisa con la Direzione, gli psicologi, i medici e gli educatori della Struttura ma realizzato da una redazione composta quasi esclusivamente dagli ospiti che propongono i temi e redigono i testi. Uno splendido momento, coordinato settimanalmente dall'educatore professionale Mirco Bolognini, di aggregazione, pensiero, scambio di idee e condivisione per gli ospiti e gli psicologi della Clinica del network Neomesia, ma anche una efficace forma espressiva che diventa anche percorso terapeutico. «E’ un modo di evadere – dice un’ospite - dai nostri muri interiori in un assaggio di libertà e condivisione”. Parole che sentiamo ancora più nostre in questi giorni difficili per via dell’emergenza da Covid19 che costringe tutti noi all’isolamento e ad una crescente ricerca di “libertà e condivisione”, per citare la stessa paziente. In questo numero troviamo i buoni propositi, i progetti e le speranze dei pazienti per il 2020 (con i desideri più disparati, dallo “scudetto del Milan” a “Pace e salute per tutti”, da chi vorrebbe “visitare di nuovo Maiolati Spontini” a chi vorrebbe “2020 milioni di euro”!), e poi l’angolo poetico, la rubrica un pò amarcord delle abitudini e tradizioni dei tempi passati, il divertente angolo della barzelletta e quello delle foto, la ricetta culinaria e la storia personale. E poi un articolo di copertina incentrato sulla paura e il coraggio, scritto prima dell’esplosione dell’emergenza Covid ma che sembra fare da precursore di riflessioni che in molti di noi stiamo certamente facendo in questi giorni». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

  • «Vi faccio ammazzare dalla mafia», si presenta sotto casa di ex e figlia con la mazza

  • Variante sulla Statale 16, il Comune non molla e rilancia: 2 autovelox

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento