rotate-mobile
social Quartiere Adriatico / Via Panoramica

"2hands" di nuovo all’opera: mezza tonnellata di rifiuti recuperati alla Spiaggiola

La nuova iniziativa dell'associazione 2hands Ancona, che questa volta ha ripulito le acque della Spiaggiola dopo la segnalazione di pescatori subacquei

L’associazione di volontariato ambientale 2hands Ancona non si ferma e continua a mostrare, tristemente, quanti rifiuti si possono trovare in luoghi frequentatissimi e di rilievo come la Riviera del Conero, includendo anche parchi cittadini. Ieri i volontari 2hands, in concomitanza con il flash mob ecologico nazionale #Unitiperilmare, hanno ripulito il Sentiero della Spiaggiola, in zona Laghetti del Passetto, includendo il litorale e fondale sottostante, gentilmente segnalato da un gruppo pescasub-apneisti. I partecipanti, oltre 50, fra famiglie, giovani, meno giovani, gruppi scout e apneisti, sono stati in grado di tirar fuori ben 446.7 Kg di rifiuti di cui 194.2Kg di Vetro e Metalli, 26.4 Kg di Plastica e 226.1 di Indifferenziata, che verranno gestiti da AnconAmbiente.  

L’associazione

2hands Ancona infatti, che nasce a fine novembre e in soli 6 mesi conta quasi 5 tonnellate di rifiuti estrapolati dall’ambiente, differenzia il raccolto già dall’inizio. «Questo perché vogliamo dare importanza al “rifiuto”, una categoria reputata invece come scarto, quindi inutile e negativo.

GUARDA IL VIDEO

Differenziando il tutto, di conseguenza, potrà dare una seconda vita ai rifiuti approcciando il concetto di sostenibilità, legato al meno spreco, consumo e impatto ambientale» scrive l’associazione in una nota. La differenziazione è molto importante anche a fine scientifico. Oltre alla rinomata plastica che oramai è onnipresente in mare, si trovano grandissime quantità di attrezzatura professionale da pesca, tra cui reti da pesca a strascico e non, reti per i mitili, cime, stoffe e cinghie di gomma nera utilizzata per guarnizioni e rinforzo reti. I dati raccolti saranno utili per avere una chiara visione sulla situazione costiera e l’impatto causato all’ecosistema. «Per questo – conclude l’associazione- ci impegniamo settimanalmente a organizzare interventi di “clean up” sul territorio del capoluogo dorico, con il fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inquinamento ambientale e invita la cittadinanza a partecipare attivamente». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"2hands" di nuovo all’opera: mezza tonnellata di rifiuti recuperati alla Spiaggiola

AnconaToday è in caricamento