← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Asfalto groviera e segnaletica inesistente, lettera al Comune: ecco cosa chiedono i residenti

Strada di Monte d'Ago, 41 · Montedago

Lettera inviata a URP di Ancona in data 26 marzo 2019 alle 13.35

"Buongiorno. La presente per inoltrare formale richiesta d'intervento dei tecnici preposti alla viabilità e traffico nella via Monte d'Ago di Ancona. Per chi non la conosce, via Monte d'ago finisce o inizia sopra la piazzetta del Pinocchio, dove in testa c'è una chiesa, la Chiesa di San Michele Arcangelo che si trova in via Monte d'Ago 89. Via Monte d'Ago è di circa 2 km e la strada ha l'asfalto fortemente deteriorato e pieno di buche. La segnaletica orizzontale a bordo carreggiata inesistente e i segnali stradali verticali fortemente deteriorati e collocati su pali dell'illuminazione pubblica. Non è presente neppure un marciapiede lungo la via, quindi i molti residenti che debbono uscire a piedi per passeggiare con il cane o portare semplicemente la spazzatura negli appositi cassonetti, ogni giorno rischiano di essere investiti, sono costretti ad utilizzare solamente l'auto. Fino a oggi nulla di grave perché semplicemente "loro" stanno attenti e indietreggiano al sopraggiungere di un mezzo a 4 ruote. Ma la paura è dietro l'angolo e i residenti non sono più giovanissimi. Via Monte d'Ago inizia subito dopo via Ranieri che è una traversa di via delle Tavernelle, si incrocia poi in un punto, a mio avviso pericoloso, con via Trevi, per poi terminare appunto con la chiesa di San Michele Arcangelo. I veicoli che percorrono via Monte d'Ago, che da Tavernelle vogliono giungere al Pinocchio in breve tempo evitando così il traffico cittadino passando per via Monte d'Ago, sono costretti a percorrerla a velocità al di sotto che moderata perché chi la percorre 4/5 volte al dì, rischia di danneggiare le sospensione della propria auto. L'incrocio di via Monte d'Ago con via Trevi è molto pericoloso. I veicoli che, dalla località Tavernelle, percorrono via Monte d'Ago, quando si immettono in via Trevi per arrivare fino in fondo a via Palmiro Togliatti/via Tiraboschi o via Sparapani, imboccando via Trevi, che è in discesa, praticamente contromano, rischiando o evitando il frontale con chi invece via Trevi la percorre in salita e ha lo stop per svoltare per Tavernelle o al Pinocchio.

Per quanto sopra elencato, sentiti i pareri di molti residenti, si chiede che si collochi nel più breve tempo possibile, nell'incrocio tra via Monte d'Ago e via Trevi, 1 coppa rotatoria in cemento con catadriotri e sufficientemente illuminata nelle ore ricomprese tra il tramonto e l'alba, 1 corpo illuminante e lampeggiante al centro dell'incrocio che sia ben visibile in ogni lato della strada e che illumini correttamente l'incrocio, poi programmare successivamente l'asfaltatura della via Monte d'Ago, valutare e programmare la realizzazione di un camminamento pedonale rialzato da un lato della carreggiata, dall'altro lato occorre installare a distanza regolamentata, dei pali e catadriotri per delimitare la strada e il possibile pericolo, la sostituzione della segnaletica deteriorata e non più a norma con l'implementazione di quella nuova anche per segnalare sporgenze, prossimità di incrocio pericoloso, 1 attraversamento pedonale nei pressi della chiesa con le righe di prossimità della carreggiata e il ripristino dello stop dove necessario. Certi che la presente venga accolta positivamente e nell'attesa di una risoluzione delle problematiche di cui sopra, l'occasione mi è gradita per ringraziare e porgere cordiali saluti".

Maurizio Mimmotti, cittadino del comune di Ancona

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento