Il Natale secondo lo chef stellato: «Vi consiglio questa ricetta»

Moreno Cedroni apre il suo ricettario per un consiglio su cosa preparare per la cena della Vigilia: una ricetta semplice e gustosa

Per un Natale delizioso, originale ed eco-sostenibile, ecco le proposte e i consigli dello chef stellato Moreno Cedroni. «Il Natale - spiega lo chef - è indubbiamente il periodo dell’anno più ricco di emozioni. È una festa di grande portata sentimentale, vissuta dai più con forte trasporto, che lega gli animi e che riesce a riunire le famiglie in un momento di raccoglimento profondo. Le strade vestite a festa, le luminarie che adornano i monumenti e le vie dello shopping, gli alberi che fanno capolino dalle finestre pronti a trasmettere il calore di chi li addobbati. Il Natale è la festa delle feste, è tradizione, non da meno, è tavole imbandite di ottimo cibo in grandissima quantità. Per il “cenone” della Vigilia e il pranzo di Natale le tavole degli italiani sono già apparecchiate. Tovaglie rosse, grandi decorazioni e innumerevoli portate nei menù di ogni famiglia». 

Ma ecco la ricetta: Scampi con polenta. «Una ricetta molto semplice con grandi profumi e sapori. Un piatto che rievoca ricordi e che ben si sposa con questo periodo dell’anno» sottolinea lo chef.

SCAMPI CON POLENTA

Ricetta per 4 persone:

600 grammi di scampi (50 g/cad);
Olio extravergine d’oliva
Aglio
Vino bianco
50 g di pomodoro fresco
Sale
25 grammi di farina di mais
Acqua

Preparazione

Tagliare a metà gli scampi, privarli del filo intestinale e pulire bene la testa da residui sabbiosi - il crostaceo vive in questo tipo di fondali. C’è una zona al largo di San Benedetto ottima per la pesca dello scampo.
 
Prendere due padelle di alluminio da 30 cm di diametro e versare in ognuna di esse 30 grammi di olio extravergine ed un’unghia di aglio tritato. Disporre quindi gli scampi a raggio, mettere sul fuoco e sfumare con un goccio di vino bianco appena soffrigge. Aggiungere quindi 50 grammi di pomodoro fresco tagliato a dadini, sale ed un cucchiaio d’acqua e cuocere per pochi minuti.
 
Preparare una polenta abbastanza morbida con 200 grammi d’acqua, 25 grammi di farina di mais e 2 grammi di sale. Portare a bollore e cuocere per circa 20 minuti a fuoco bassissimo.

Una volta pronte entrambe le cose, mettere un mestolo di polenta in una padella spatolandola sul fondo e adagiare gli scampi su di essa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per un Natale ecologico

Gli ingredienti per un Natale a basso impatto ambientale sono pochi e semplici: creatività, attenzione ai particolari, occhio alla sostenibilità dal punto di vista economico e sociale. Non si può ignorare infatti il grandissimo problema dell’inquinamento che grava sul nostro Pianeta. Sono milioni le tonnellate di rifiuti di plastica prodotti ogni anno nel nostro ambiente e nella fauna selvatica, con un picco registrato in periodi di feste come questo.  È un dato di fatto che durante il periodo natalizio i rifiuti aumentino: basti pensare alle confezioni regalo, all’involucro dei dolci natalizi, agli imballaggi. Non bisogna rinunciare a dolci e regali, ma un pizzico di attenzione in più potrebbe grandemente contribuire ad aiutare il nostro Pianeta che affoga ogni giorno in un mare di rifiuti.
 
Ecco i consigli per un Natale eco-friendly, a tavola, suggeriti dallo Chef Cedroni: «Utilizzate i servizi buoni delle feste e i bicchieri in vetro, non vi fate prendere dalla fatica del dover lavare le stoviglie, anche questo è un rito aggregativo che ci fa stare insieme. Oppure, se per il cenone della Vigilia o quello di Capodanno o per il pranzo di Natale avete in programma di usare le stoviglie di plastica, esistono in commercio valide alternative come le stoviglie in materiale compostabile certificato (ai sensi della Norma EN 13432): piatti, bicchieri e posato di minimo impatto che possono essere trasformate in compost, senza costituire rifiuti da smaltire. Non dimenticare, a fine pasto, la raccolta differenziata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento