social

Pasqua marchigiana, gli immancabili a tavola: le ciambelle strozzose

Un'altra pietanza immancabile per la colazione di Pasqua nelle Marche. Le "vergare" cominciavano a prepararle il Venerdì Santo

Un altra pietanza immancabile per la colazione di Pasqua nelle Marche. La ricetta delle Ciambelle "strozzose" tratta dal portale "Destinazione Marche" (Antonietta Vitali). 

Ingredienti

  • 3 uova
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiaini di mistrà
  • 3 cucchiaini di olio
  • scorza di limone grattugiata
  • la punta di un cucchiaino di ammoniaca per dolci o un cucchiaio di bicarbonato
  • 1 vanillina
  • farina quanto basta

Preparazione

Nella planetaria rompi le uova e aggiungi lo zucchero, fai montare bene questi due ingredienti. Aggiungi l’olio, la scorza grattugiata di un limone, la vanillina, e mescola ancora il tutto. Unisci un po’ di farina, e mescola passando ad impastare con una frusta a gancio. In un bicchierino metti i tre cucchiaini di mistrà, aggiungi uno o due cucchiaini di farina e mescola bene. Ora aggiungi della farina all’impasto nella planetaria e lascialo in superficie, unisci il piccolo composto di mistrà e farina. Impasta il tutto.

Aggiungi altra farina e il cucchiaino di ammoniaca ( o il bicarbonato):  l’impasto finale che dovrai ottenere sarà una massa lavorabile con le mani, dalla quale otterrai due masse più piccole di uguale peso. Per fare le ciambelle da queste due palline affonda il dito indice al centro dell’impasto e fallo girare in modo si formi automaticamente il buco al centro della ciambella. Metti a bollire dell’acqua in una pentola abbastanza capiente e quando bolle lessa le ciambelle una alla volta considerando che se il peso è di circa 200 grammi l’una dovranno cuocere 7/8 minuti l’una. Passato il tempo necessario scolale sul un canovaccio di stoffa, taglia a metà per orizzontale le ciambelle arrivando in profondità con il coltello circa alla metà della ciambella. Fai riposare le ciambelle e infornale la mattina dopo: nella prima fase di cottura a circa 200 gradi, dopo i primi 10 minuti puoi abbassare la temperatura anche a 190 gradi e lasciarle cuocere fino a che avranno raggiunto un bel colore dorato/bronzato. 

Ricetta tratta intergalmente da #destinazionemarche.it - Antonietta Vitali

La frittata al mentrasto

La pizza di formaggio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua marchigiana, gli immancabili a tavola: le ciambelle strozzose

AnconaToday è in caricamento