social

Album video e...un libro: la musica di Stritti tra le leggende del rap italiano

«Dopo 30 anni è arrivato in modo spontaneo, mi sono ritrovato insieme a 31 amici tra leggende del rap Italiano». Nel disco ci sono artisti come Frankie Hi NRG

ANCONA - Si chiama Strittmatazz e uscirà il 15 aprile. Si tratta del quarto album di Stritti, alias Simone Micozzi, ed è la descrizione di un sogno. «Una visione che si ripeteva dal 1993 ogni volta che immaginavo il mio prossimo lavoro musicale» dice l'autore. «Dopo 30 anni è arrivato in modo spontaneo, mi sono ritrovato insieme a 31 amici tra leggende del Rap Italiano a una nuova generazione molto talentuosa, stessa cosa per i musicisti, unire i King del genere a futuri Re».

Nel disco sono presenti Frankie Hi NRG, Marumba, Leo Bianchi, Strike The Head, Davide Belli, Musteeno, Frankie Flow, Giorgio Marchetti, Tony Joz, Cypha Killa, Shark, Giuan, Panic, MannaroMan, Zizze, Callaman, Word, Masterfreez, Slat, Dope One, Gianfranco Francelli, Sha One (La Famiglia), Cisco, Sam Stray Wood , Simone Borghi, Danny Losito (Double Dee), Giovanna Sofia Principi, JBeat, Emilio Marinelli, Lorenzo Marchesini, Insane, Honey, Frank Kambology (Funk Rimini). «Una grande famiglia- spiega Stritti- per consolidare un desiderio che ho avuto quando la puntina del mio giradischi codificava le note di Jazzmatazz Vol 1 di Guru e si consolidava ad ogni capitolo. Il tutto era rafforzato quando ascoltai i Digable Planets, Ronnie Jordan, Simple E, Freestyle Fellowship e Mad Flava. Il mio amore per il Jazz si intensificò grazie al disco di Miles Davis “Doo Bop” che mi portò ad ascoltare i classici. “Mo Better Blues” di Spike Lee confermarono quell’amore che avevo sin da piccolo ma non avevo mai approfondito, non ero ancora abbastanza maturo».

 StrittMatazz è un viaggio nato 4 anni fa durante la promozione di “Nostalgico”. «Proprio in quell’album troviamo un primo approccio stilistico che poi si è definito in questo nuovo LP- siega ancora Stritti- il grande pregio di questo album è l’unione di diverse generazioni di musicisti uniti dallo stesso amore per il Jazz e la Black Music, ho cercato di far esprimere in totale libertà gli artisti per poi chiudere il progetto con la visione di Simone Barbaresi che ha curato la direzione artistica, il missaggio e mi ha aiutato a mettere a punto le produzioni, per la masterizzazione mi sono affidato a Manuel de Lorenzi. Il disco uscirà per la Deep Sound Recordz». Il lavoro anche se pieno di influenze diverse è molto omogeneo e ti porta in una visione dell’Amore che è il centro del Disco in tutte le sue sfaccettature, il suo valore e l’importanza che coinvolge la Cultura, le persone, gli animali, la musica e se stessi. Per ora sono usciti due singoli, “AtuXtu” e “Chillin’ Movin’” entrambi diretti da Alessio Kgi Giaccaglia, «Stiamo anche realizzando un Short Documentary sulla realizzazione del disco. Nei prossimi mesi uscirà anche in CD e Vinile, che si potranno acquistare sia on line che ai concerti con la Strittmatazz Collective, una band di 5 elementi formata da Alessandro Della Lunga, Daniele Marconi, Davide Ballanti, JBeat, Gabriele Gelo Signorino. A maggio uscirà anche il mio libro “Due Strade più Avanti” dove racconto la mia vita nella Cultura Hip Hop. La storia di un bambino di provincia e di come ha realizzato i propri sogni raccontando la sua vita tra Jam, Show, la storia dell’Hip Hop dorico, italiano e accennando quello oltreoceano nel dettaglio gli anni 80/90, per poi arrivare ai giorni nostri molto più velocemente». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Album video e...un libro: la musica di Stritti tra le leggende del rap italiano
AnconaToday è in caricamento