Martedì, 26 Ottobre 2021
social

Dalle Hawaii alle tavole anconetane: cos'è e come si prepara il Poke

Un piatto esotico, ma altamente personalizzabile. Potete condire al momento o, come nella ricetta originale, lasciar marinare gli ingredienti prima del consumo

Dalle Hawaii alle tavole anconetane. Conoscete il Pole? E' una pietanza hawaiana che viene appunto servito in una ciotola (da qui il nome alternativo "Poke bowl"): riso, verdure, pesce crudo a cubetti, olio, avocado, semi e salsa di soia. Potete condire al momento o, come nella ricetta originale, lasciar marinare gli ingredienti prima del consumo. 

"Aku poke" o "He'e poke"?

La differenza tra le due tipologie è nel pesce: nell' "Aku" si usa il tonno, nello "He'e" il polpo. Nulla vieta di utilizzare altri pesci o ingredienti personalizzando la ricetta: sullo stoccafisso non diamo garanzie. 

Come preparare il Poke

Regola numero uno: ingredienti freschi e di qualità. Nella ricetta tradizionale il pesce viene servito crudo, spellato, sventrato, deliscato e tagliato a cubetti, ma deve anche essere freschissimo e precedentemente abbattuto per scongiurare pericoli per la salute. In alternativa si può utilizzare il pesce cotto, sia fritto che alla piastra. È poi possibile sostituire il riso bianco (che ha un indice glicemico alto, aumentando il rischio di diabete di tipo 2) con cereali integrali come orzo o quinoa, come anche preparare un'alternativa priva di cereali, magari a base di spirali di zucchine, edamame o insalata di alghe.Inoltre, è possibile anche preparare delle Poke Bowls vegane, prive quindi di alimenti di origine animale, utilizzando il tofu, il tempeh o il seitan al posto del pesce.

Scopri tutto il necessario per il Poke

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle Hawaii alle tavole anconetane: cos'è e come si prepara il Poke

AnconaToday è in caricamento