Quando Ancona omaggiò Collodi: la statua di Pinocchio ha un primato assoluto

Se non siete di Ancona e la cercate potreste non trovarla facilmente, ma se ci riuscite ammirate quella statua: è un pezzo di storia e di fiaba che può valere un selfie

La statua di Pinocchio nell'omonimo rione

Se non siete di Ancona e lo cercate potreste non trovarlo, non se vi aspettate una statua gigante preceduta e segnalata diversi chilometri prima. La statua di Pinocchio si trova in un piccolo giardino, accanto alla scuola del rione che si chiama proprio come il burattino di Collodi. L’ha costruita lo scultore anconetano Vittorio Morelli, è stata inaugurata il 30 maggio del 1954 ed ha un primato: è stata la prima statua in assoluto dedicata al burattino più famoso del mondo. 

Morelli la realizzò su commissione della sezione anconetana della Società Dante Alighieri e la grande festa di inaugurazione fu menzionata anche da alcuni canali radiofonici internazionali, statunitensi e argentini e le Poste celebrarono l’evento con dei francobolli dedicati. Quando la statua venne svelata alla città le vie del rione furono invase da una folla festante per un'intera giornata: bambini con il cappello a punta, carri a tema tra cui quello raffigurante Mangiafuoco e migliaia di persone ad assistere. La statua fu restaurata nel 1995 su commissione del Rotary club Ancona. (foto di Gioacchino Vella).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento