rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
social

Lo stemma Ferretti torna a casa, il capolavoro settecentesco è al palazzo-museo

Lo stemma dei Marchesi Ferretti prelevato il 6 dicembre 2021, è stato riconsegnato all'omonimo Palazzo, sede del Museo Archeologico Nazionale delle Marche

Dopo l’intervento di restauro affidato dalla Direzione Regionale Musei Marche alla società cooperativa COOBEC di Spoleto presso il loro laboratorio, lo stemma settecentesco dei Marchesi Ferretti prelevato il 6 dicembre 2021, è stato riconsegnato il 2 febbraio 2022, a Palazzo Ferretti di Ancona, sede del Museo Archeologico Nazionale delle Marche. Recuperato dopo anni di degrado, lo stemma risale all’intervento di Vanvitelli che ha ulteriormente impreziosito il grande palazzo rinascimentale, una delle principali dimore nobiliari della città. I lavori rientrano nell’ampio progetto di valorizzazione dell’attuale sede del Museo Archeologico Nazionale delle Marche intrapreso dalla Direzione Regionale Musei Marche. 

L'opera, a seguito della lunga esposizione all'aperto, si presentava ricoperta da patine e concrezioni saline. L'intervento di restauro ha rappresentato un momento importante per la conservazione e la valorizzazione dello stemma monumentale; eseguito secondo i criteri del minimo intervento si è cercato di recuperarne la leggibilità e la godibilità grazie alla rimozione dei depositi ed il recupero di una tonalità cromatica uniforme. E’ stato inoltre possibile consolidare e proteggere le superfici, essendo lo stemma esposto all'aperto, attraverso l'azione idrorepellente del protettivo finale applicato. L’opera è orai esposta nel terrazzo del Palazzo Ferretti di Ancona, sede del Museo Archeologico Nazionale delle Marche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stemma Ferretti torna a casa, il capolavoro settecentesco è al palazzo-museo

AnconaToday è in caricamento