Lunedì, 20 Settembre 2021
social Banchina Giovanni da Chio

Il tempio al centro della Mole: un capolavoro che aveva due scopi

Il tempio di San Rocco, nel cortile della Mole, aveva uno scopo religioso. Questa però era solo una delle due funzioni per cui fu progettato

Foto Instagram@Monicaorciani

La Mole è uno dei monumenti più famosi di Ancona. Al centro dell’edificio pentagonale c’è lo spazio aperto dove d’estate si tengono eventi e concerti. Al centro c’è il piccolo tempio di San Rocco. A cosa serviva un tempo?

Nella seconda metà del 1700, quando il “Lazzaretto” era il luogo in cui venivano confinate le persone con malattie contagiose, l’edificio era raggiungibile solo via mare. Il tempio di San Rocco, dedicato non a caso al protettore dalle epidemie, aveva una duplice funzione. Una era quella di cisterna. Al centro del pavimento infatti c’è il coperchio della grande cisterna di acqua potabile, ottenuta filtrando l'acqua piovana. La seconda funzione era quella religiosa: essendo aperto su tutti i lati, il tempio permetteva a tutti di assistere alla messa limitando gli assembramenti. 

Il piemontese e il siciliano che salvarono Ancona


(Foto Instagram @Monicaorciani)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tempio al centro della Mole: un capolavoro che aveva due scopi

AnconaToday è in caricamento