rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
social Monsano

Maura, alias "Sarta beauty": «I miei vestiti tra artigianato e solidarietà»

Nel suo laboratorio Maura Pasquini crea prodotti di sartoria con materiale Made in Marche con un occhio alla sostenibilità e, l'altro, alla solidarietà

 Maura Pasquini, 45enne di Filottrano, realizza nel suo laboratorio di via Piemonte a Monsano i suoi prodotti di sartoria con materiali rigorosamente ecologici e Made in Italy,  collaborando anche con altri artigiani e aziende rivolte al solidale e al “fatto a mano”. Abbigliamento e accessori, pezzi da arredamento fatti a mano, decorazioni natalizie, tutto rigorosamente  artigianale, ecosostenibile e Made in Italy. Materie prime con il minor impatto  possibile sull’ambiente e con materiali Made in Italy o, quando non possibile, Made in EU. «La Sarta beauty è la realizzazione del sogno che ho da quando avevo 20 anni – spiega Maura –. Dopo il  diploma in Moda ho lavorato come modellista a Filottrano e Senigallia, quindi ho iniziato a realizzare  bomboniere artigianali insieme a Frolla, il biscottificio gourmet che a Osimo dà lavoro a ragazze e ragazzi  con disabilità e utilizza solo farine locali». Maura svolge anche attività a domicilio e su misura. 

Un’attività solidale 

Insieme a loro, La Sarta beauty aderisce anche alla campagna Artigiani per un sogno, che a fine novembre  ha raccolto fondi per Mustafa, il bambino senza braccia e gambe diventato simbolo della guerra in Siria  grazie alla foto scattata dal fotografo turco Mehmet Aslan, immagine che si è aggiudicata il Siena  International Photo Awards 2021. Artigiani per un sogno ha raccolto fondi, grazie alla partecipazione di 32 artigiani a un’asta di beneficenza, sul profilo Instagram @frolla_microbiscottificio e @sienaawards, per  donare protesi al bambino. 
La Sarta beauty, in effetti, non si lascia sfuggire nessuna occasione di solidarietà. Nel mese di novembre ha  venduto pochette parte del cui ricavato è andato al Centro Antiviolenza SOS Donna di Macerata per  l’iniziativa Artigiane contro la violenza. Sono 5 le artigiane locali che hanno partecipato, ma l’idea è stata proprio di Maura. «Avevo sviluppato una  linea di pochette decorate con frasi che incoraggiano l’autostima femminile – spiega –, quindi ho pensato di  devolvere parte del ricavato a un’associazione attiva nelle tematiche di genere. Ne ho parlato con una  psicoterapeuta dello sportello di ascolto del Centro e ho coinvolto altre artigiane: da qui è nato tutto».  Alcune delle sue creazioni incluse le pochette solidali sono esposte al laboratorio di Elisa Latini, artista  specializzata in scultura ceramica che ha partecipato a #artigianecontrolaviolenza, in via Roma 13c a Jesi. 

Un’attività ecosostenibile 

La moda è uno dei settori più inquinanti: uno degli obiettivi de La Sarta beauty è proprio quello di ridurre  l’impatto della sua attività sull’ambiente, cercando alternative a basso impatto ambientale, sprecando  meno possibile e usando fibre biologiche o alternative che non richiedano tanta lavorazione e spreco di  acqua. Ad esempio, la fibra di bambù, che non richiede irrigazioni e pesticidi, ed è molto più produttiva di  una coltivazione normale di cotone. «Dobbiamo fare tutti qualcosa nel nostro piccolo per salvaguardare il pianeta», spiega Maura. Ad  esempio, sfruttando i ritagli delle stoffe per realizzare dischetti struccanti green o altri avanzi di tessuto  come i rotoli “della nonna” di canapa, bellissimi e indistruttibili, per confezionare capi di abbigliamento  alternativi, oltre che antibatterici, traspiranti e freschi. A impatto ambientale quasi zero. 

Il corso

Il laboratorio sotto casa, in via Piemonte a Monsano, in cui Maura realizza i suoi prodotti, verrà presto  ampliato. In cantiere anche il progetto di avviare un corso di taglio e cucito artigianale aperto a tutti,  sempre nel rispetto delle norme anti-Covid. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maura, alias "Sarta beauty": «I miei vestiti tra artigianato e solidarietà»

AnconaToday è in caricamento