La mamma sui tacchi è tra le regine dei social: come nasce lo stile di Ilenia

Ha un profilo da 30mila followers e ci ha spiegato cosa c'è dietro al suo successo

Ilenia Bastianelli

Il profilo Instagram esiste da circa due anni e oggi ile.b84 raccoglie quasi 30mila followers. Dietro c’è Ilenia Bastianelli, mamma anconetana ma anche blogger per hobby con la passione della fotografia e della moda. Fashion blogger Ilenia c’è diventata passo dopo passo anche se mette in chiaro che la famiglia resta la cosa più importante della sua vita. Ecco allora il soprannome che lei stessa si è data: «Mi definisco ‘mamma sui tacchi’», appellativo che basterebbe per raccontare la sua esperienza social. «Su internet si vede solo la parte più frivola di me-aggiunge- la mia vita è fatta di molto altro». 

«Non sponsorizzo ciò in cui non mi identifico»

Ilenia lavora in una concessionaria di automobili e si occupa di gestione di bilanci, ha studiato economia e commercio e un po' di marketing ce l’ha nel sangue. Dal giorno in cui ha aperto il profilo in forma privata di tempo ne è passato e oggi quella managerialità, abbinata alla passione per la moda e la fotografia, ha portato la mamma sui tacchi ad essere il punto di riferimento di diverse aziende di moda che operano in e-commerce. «Offro la mia personale chiave di interpretazione, cerco di dire con le foto cosa è per me la moda e lo stile- racconta Ilenia- alcune aziende mi contattano, altre le contatto io, mi inviano i prodotti che scelgo e li pubblicizzo tramite le foto». Soldi in cambio? No, solo gadget: «E’ capitato anche di dire di no ad aziende perché non mi andava di sponsorizzare qualcosa in cui non mi identificavo. Quello che faccio deve rispecchiare me e le cose devono piacere a me». Ilenia pubblicizza borse, vestiti, scarpe e chi la sceglie lo fa proprio per l’alto seguito che ha: «All’inizio passavo molto tempo sui social, poi i numeri vengono da soli e il profilo viaggia da sé- spiega la blogger- da un certo punto in poi il seguito aumenta esponenzialmente, dai 2000 followers in poi è più facile crescere. Forse è un meccanismo psicologico di chi guarda. Una foto bella abbinata a un alto seguito funziona da traino, se provi a mettere la stessa foto su un profilo piccolo non avrai gli stessi risultati. Non so perché, ma vedo che funziona così». Qualche regola però c’è: «Bisogna avere costanza nell’orario di pubblicazione, ci sono fasce in cui è meglio postare. E’ importante anche il tema che tratti, se parli sempre di viaggi e moda e poi pubblichi un post sulla cucina è possibile che quel post non venga apprezzato. E’ importante anche cosa scrivi nella caption, cioè la parte testuale della foto. C’è chi butta giù testi lunghi che difficilmente si leggono. Però sono anche scelte, appunto di marketing». E il carattere? «Beh, un po’ di egocentrismo ce l’ho e ce lo devo mettere». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Facebook è diverso»

Anche il social in questione può fare la differenza: «Su Facebook si tende a stringere amicizia con chi si conosce, su Instagram è diverso». Nel profilo di Ilenia ci sono anche foto di viaggi, l’altra grande passione insieme alla moda: «Quando viaggio c’è chi mi prende in giro simpaticamente dicendo che sono una cinesina, sto sempre a fotografare e mi piace usare la macchina fotografica anziché il cellulare, anche perché Instagram premia la qualità della foto». Una delle minacce al successo via social sono gli hakers: «I profili vengono rubati, ho conosciuto blogger ai quali è successo e tutto può finire dall’oggi al domani- spiega Ilenia-i profili da un certo numero di followers in poi hanno valore, c’è anche chi li vende ma non so che meccanismi ci sono dietro. Succede e se Instagram quel profilo non te lo restituisce perdi tutto. Io faccio la blogger per hobby, ma ci sono aziende che ci lavorano e danno lavoro». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento