iBeach in arrivo, come si prenota il posto in spiaggia: istruzioni per l'uso dell'app

Alessandro Pesarini, presidente iBeach, spiega quali sono i passi da fare per prenotare il servizio nelle spiagge libere di Ancona

Foto di repertorio

Sarà attiva, salvo imprevisti, giovedì prossimo e permetterà di prenotare il proprio posto nelle spiagge libere di Ancona e negli stabilimenti privati che, gratuitamente, potranno aderire alla piattaforma. iBeach sta per dare il via all’estate anconetana segnata dalla distanza sociale. Nata come startup cinque anni fa, la app elaborata da Alessandro Pesarini, Angelo Abate, Alessio Cesaretti e Marco Santilli è la piattaforma alla quale il Comune si appoggerà per gestire i flussi nelle spiagge pubbliche. Come funziona? A spiegarlo è proprio Pesarini presidente di iBeach. 

Dove funziona 

Da giovedì e non prima, l’applicazione permetterà di prenotare il proprio posto in tutte le spiagge libere di Ancona durante il week end. «Gli stabilimenti provati di Portonovo che vorranno aderire potranno avere il servizio booking gratuitamente, sia come prenotazione ombrelloni che servizio ristobar. Il Comune ha deciso di dare questa possibilità per ora solo agli operatori della baia, perché quelle di Portonovo sono le spiagge con maggiori problemi di affollamento». 

La prenotazione

L’app è disponibile sia per iOS che Android, ma attenzione: per cercarla bisogna digitare iBeach, senza alcun trattino. Una volta scaricata il sistema chiederà la registrazione: «Non è necessario registrarsi all’inizio, ma l’app lo chiederebbe subito dopo la prenotazione quindi tanto vale farlo» spiega Alessandro. Una volta eseguita la registrazione si potranno scegliere tre opzioni: “prenotazione”, “check-in” e “ristobar”, quest’ultima per prenotare un pasto in uno stabilimento privato aderente. Una finestra permetterà di scegliere la regione, la città e la data preferita. Una volta compilati i campi sarà possibile scegliere nel menù tutte le spiagge libere disponibili ad Ancona (oltre alle private aderenti). 

Lo spazio

Ogni spiaggia avrà una descrizione con tanto di foto e nella schermata verranno riportate anche le precise regole di prenotazione, su tutte quella che è impossibile prenotare più volte. La spiaggia comparirà divisa in aree e nella zona scelta si potrà prenotare la modalità “telo mare”, cioè uno spazio di 3 metri per 80 centimetri riservato a due persone, oppure lo stallo di 4 x 4 metri, occupabile da 4 persone. Proseguendo nell’acquisto, che in realtà è gratuito, si conferma la prenotazione. 

Una volta in spiaggia 

Al termine della procedura il cliente riceverà via e-mail il QR code. Nel caso di Mezzavalle, ad esempio, ci sarà un cartello in cima allo stradello con il codice da inquadrare. Per farlo si dovrà tornare sulla app e cliccare su “check in”: a questo punto si attiverà la fotocamera da puntare sul cartello. Dovrà farlo anche chi ci accompagna, anche se non è lui/lei ad essersi registrato. E se qualcuno fa il furbo? «A noi serve il conteggio totale delle persone- spiega Alessandro- sotto l’ombrellone si sta in 4, il resto lo controlla il Comune». Chi non dispone di uno smartphone, al posto del QR code, potrà avere un codice numerico dal Comune (via servizio telefonico) da consegnare allo steward all’ingresso. 

Anticipo, ma non troppo 

Prenotare a lunga distanza temporale può essere controproducente: «Una volta utilizzato il servizio, la stessa spiaggia non sarà prenotabile per i tre giorni successivi- Spiega Pesarini- significa che se giovedì prenotiamo per ferragosto, non potremo più prenotare quella spiaggia prima del 15 e solo dopo il 18 agosto. Discorso che ovviamente non vale per una spiaggia diversa». 

Via telefono

Chi non dispone di uno smartphone, potrà effettuare la prenotazione attraverso numeri telefonici utilizzando al posto del QR code, un codice numerico che verrà fornito dal Comune. I numeri (contattabili da lunedì al venerdì; con orario 9-13) sono i seguenti: 071- 222.2931-2833-2496. Saranno attivi da venerdì 5 giugno.

Annullare la prenotazione

Le prenotazioni si potranno annullare fino alla mezzanotte precedente, ma nel caso di maltempo fino alle 8 del giorno stesso. Siamo collegati al servizio meteo- conclude Pesarini- informeremo con delle notifiche sull’eventuale maltempo». 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento