menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Il galateo ai tempi del Covid: come cambia il “bon ton” in pandemia

le buone maniere fanno sempre la loro figura. Ecco allora come l’Accademia Italiana del Galateo adatta il suo “bon ton” al periodo che stiamo vivendo

Si sente dire sempre più spesso che “tutti ai tempi del Covid sono diventati più cattivi”. Vero? Falso? Una risposta non c’è, ma una cosa è certa: le buone maniere fanno sempre la loro figura. Ecco allora come l’Accademia Italiana del Galateo adatta il suo “bon ton” al periodo che stiamo vivendo. I consigli del presidente Samuele Briatore rilasciati a Today.it 

Le regole

  • Se qualcuno accanto a noi non indossa la mascherina non entrare in polemica evitando la retorica del “perché la mascherina usata”. Piuttosto, consiglia Briatore, riportare il proprio malessere, far capire che non abbiamo piacere a trovarci in una determinata situazione. Ad esempio: «Per piacere, potresti mettere la mascherina? Mi sento a disagio». 
  • Se siamo in autobus e a indossare la mascherina sono adolescenti ribelli, non entrare in conflitto ma riportare tutto a una figura di riferimento come può essere il controllore
  • portare la nostra mano al cuore e porgere un sorriso come gesto di vicinanza. 
  • Evitare di iniziare la corrispondenza con frasi del tipo “Spero proceda tutto bene”, che ad oggi può risultare funesto. 
  • Se il ristorante non rispetta le normative Covid, abbandonare il tavolo non deve essere considerato un gesto di maleducazione
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento