menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Instagram @Vito_Minaudo

Foto Instagram @Vito_Minaudo

Il gusto marchigiano del carnevale, come preparare la cicerchiata perfetta

E' uno dei dolci tradizionali delle Marche e principalmente della provincia di Ancona, viene consumato a carnevale ma nulla vieta di gistarlo in ogni occasione di festa

La Cicerchiata è uno dei dolci tipici delle Marche e della provincia di Ancona in particolare, anche se deriva dalle regioni del centro-sud Italia. Viene consumata principalmente a carnevale, ma nulla impedisce di gustarla in ogni occasione di festa. La ricetta proposta è tratta da "Le ricette de la Vergara" riportate sul portale "Viaggi e sorrisi". Alcune varianti prevedono il succo di limone al posto del Varnelli. 

Ingredienti

4 uova fresche

4 cucchiai di zucchero

4 cucchiai d’olio

4 cucchiai di Varnelli

scorza di mezzo limone grattugiata

una dose di lievito per dolci

cannella in polvere

farina q.b.

miele

Procedimento

In una terrina, montare le uova insieme allo zucchero. Unire man mano tutti gli ingredienti e per ultimo il lievito. Formare un impasto morbido ed elastico da lavorare sulla spianatoia. Con la pasta creare dei bastoncini lunghi e stretti e tagliarli a pezzettini di circa 1/2 cm in modo da creare una pallina, grande come un seme di cicerchia. Friggere in abbondante olio (la tradizione dice strutto) e scolare su carta paglia. Versare in un tegame dove c’è del miele sciolto e caldo (qualcuno aggiunge anche un po’ di cacao). Amalgamare bene e versare tutto in un piatto grande. Con le mani un po’ bagnate lavorare in modo da dare la forma di un filoncino o di una ciambella. Guarnire a piacimento con mandorle, noci o canditi. Servire fredda e accompagnata da un bel bicchiere di vino cotto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuole chiuse in tutta la città: il sindaco firma l'ordinanza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento